• Un trionfo. L’attore reggino Marcello Fonte si è aggiudicato il premio per la migliore interpretazione maschile  per il film Dogman di Matteo Garrone al prestigioso Festival di Cannes. Emozione doppia considerato che a consegnare il premio è stato un monumento del cinema italiano come Roberto Benigni.

    Musicista, performer e scultore, Marcello Fonte è nato a Melito di Porto Salvo nel novembre del 1978. Da piccolo quando ero a casa mia e pioveva sopra le lamiere, chiudevo gli occhi e mi sembrava di sentire gli applausi adesso è vero ed è come essere in famiglia”. Così Marcello Fonte ha commentato il premio come miglior attore ricevuto a Cannes per “Dogman” di Matteo Garrone. “Il cinema è la mia famiglia – ha proseguito emozionatissimo -, ogni granello della sabbia di Cannes è una meraviglia. Grazie a Metteo che si è fidato che ha avuto il coraggio…”.

    “Ho iniziato il mio viaggio nel cinema da…imbucato. Mi intrufolavo nel set per mangiare il cestino. La troupe mi chiedeva cosa ci facevo li, improvvisavo frasi del tipo ‘il regista mi ha detto di venire qui’. L’arte è un lusso, e io mi sono arrangiato agli inizi, occupando una cantina di 14 metri quadri. Il bagno era dentro l’armadio, vivevo il mio sogno in silenzio. Mi piace vivere dentro i film, la vita reale mi ha stancato”, rivela Fonte con estrema sincerità ricordando i suoi inizi.

    Nel 1999 arriva a Roma e, coinvolto dal fratello scenografo, partecipa ad uno spettacolo teatrale e si appassiona all’arte della recitazione, interpretando qualche piccolo ruolo nel cinema e nella televisione. Tante le partecipazioni a spettacoli teatrali e quasi il doppio quelle cinematografiche, Fonte dà vita anche ad un suo progetto come regista “Asino Vola”.

    Smile! you are on CityNow!