• Per il secondo anno consecutivo, negli spazi della struttura residenziale di cure palliative, rivivrà il progetto “Il teatro per l’Hospice” – promosso dall’Associazione teatrale MalaUmbra Teatro di Gubbio (PG). Il ventaglio delle iniziative culturali dello “SpazioCultura…la Cultura che cura!” – coordinato dalla Psicologa Francesca Arvino – continua ad arricchirsi di una rassegna teatrale attraverso cui prendersi cura dei residenti, familiari e operatori dell’Equipe di cura. Venerdì 06 Luglio p.v. alle ore 17:00 in Hospice andrà in scena la quarta delle cinque rappresentazione teatrale che animeranno i pomeriggi dell’Hospice di Reggio Calabria: “L’Aquilone e la Nuvola”, teatro di narrazione e musica dal vivo, uno spettacolo di e con Emilio Ajovalasit, compagnia Teatro Atlante di Palermo. Per l’organizzazione un valido contributo è arrivato da Vincenzo Mercurio, regista, attore, direttore artistico del Teatro Proskenion di Reggio Calabria.

    L’Aquilone e la Nuvola è uno spettacolo che ritorna alla tradizione della narrazione dal vivo, intrecciando storie che appartengono a diverse tradizioni del mondo con racconti inediti, mescolando il fantastico, la comicità e l’avventura. La musica della fisarmonica suonata dal vivo accompagna la narrazione creando atmosfere, scandendo il ritmo del racconto e accompagnando canzoni e filastrocche.

    Un topo che scrive poesie, la ricerca di un tesoro perduto, l’incontro con un magico Genio, l’amicizia fra un aquilone e una nuvola, sono alcuni dei temi che vengono affrontati nello spettacolo, con dei racconti che fanno emozionare sorridere e riflettere. Il racconto delle storie ha affascinato gli uomini di ogni epoca ed in ogni cultura. L’ascolto di una narrazione dal vivo stimola l’immaginazione dei piccoli ascoltatori e li trasporta in mondi fantastici, questo acquista maggior valore in un epoca in cui i mezzi di intrattenimento si basano sulla visione passiva di immagini sempre più sofisticate. Le storie non originali sono tratte da “I Racconti de Le mille e una Notte” e dalla tradizione ebraica.

    Volutamente privo di qualsiasi scenografia lo spettacolo punta sull’immaginazione del pubblico, costantemente stimolata dalle immagini create dalla magia senza tempo del racconto e della musica. Il dr V. Trapani Lombardo, Presidente della Fondazione “Via delle stelle”, la Direzione Sanitaria e tutta l’Equipe di cura saranno lieti di accogliervi.

    Locandina_Spazio_Teatrale_Luglio_2018

    Smile! you are on CityNow!