• Il DS della Reggina dopo aver presentato Cevoli parla anche di calciomercato: La scelta di Cevoli è stata assai ponderata. Avevo seguito il suo lavoro nel corso della stagione appena passata, la sua idea di calcio propositiva. L’ho conosciuto personalmente e le impressioni che avevo prima su di lui, sono state confermate. Ho percepito tanta voglia e desiderio di tornare in questa città, è ben consapevole del blasone, delle esigenze, di tutto.

    E’ un gran lavoratore, sta moltissimo sul campo, oggi la figura del tecnico è cambiata rispetto al passato, i calciatori soprattutto i più giovani vanno presi per mano, sostenuti, accompagnati e ritengo che Roberto sia la figura che incarna perfettamente queste caratteristiche.

    Il confronto per la costruzione della squadra è continuo, le mie scelte si adeguano a quelle che sono le sue idee di calcio. I nostri contatti saranno continui, l’esserci trovati subito d’accordo è un inizio importantissimo. Dentro il rettangolo di gioco è compito suo sul piano delle decisioni, delle scelte, delle responsabilità, fuori vigilerò costantemente su tutto quello che succede, perché chi viene qui deve sapere quale maglia indossa e per quale società giocherà.

    L’accordo è arrivato in cinque minuti, sono convinto che faremo bene.

    Sul mercato ci stiamo muovendo. Per ricostruire un intero organico ed arrivare a 23 elementi, ne devi contattare almeno cento e questo mi stimola molto. Tra oggi e domani si chiuderanno altre trattative e per il ritiro gradirei consegnare al tecnico l’80% dell’organico. Per il resto aspetteremo fino all’ultimo momento, per i più grandi non c’è fretta.

    Su Cucchietti la situazione si è complicata, ci sarebbe da attendere troppo, ma puntiamo su altro e credo che la nostra scelta non farà rimpiangere il bravo Cucchietti. Questo è l’unico ruolo dove ci dovranno essere delle gerarchie. Portiere ed attaccante sono quei ruoli che voglio chiudere al più presto, ritengo rappresentino la parte più importante della struttura di squadra.

    La cessione di Mezavilla non è scontata, anzi. Parlerò con lui e con il suo procuratore, perché il ruolo di metodista è una figura che vede in Adriano il giocatore ideale”.

    Smile! you are on CityNow!