• Primo o poi diventerà un gioiellino. Il piccolo fazzoletto di terra di Bocale migliora. Lentamente, troppo lentamente, ma migliora.

    Riceviamo l’ennesima nota della Pro Loco Reggio Sud che, nella persona di Concetta Romeo, ha da sempre seguito i lavori e stimolato le istituzioni affinchè quella piccola porzione di spiaggia potesse tornare ad essere meta ambita da turisti e residenti.

    Un pò di spiaggia è tornata ed oggi a distanza di 8 mesi dalla materiale esecuzione dei lavori di salvaguardia costiera iniziati nel novembre 2017, dopo un fermo di 2 mesi per una variante resasi necessaria in corso d’opera,  vogliamo segnalare la nota positiva della riapertura di una delle attività balneari, nel tratto di spiaggia di Bocale Primo, che a causa del ritardo di tre anni delle suddetta opera, ha visto via via devastare tutto il litorale, nel quale sono venute  meno, oltre la spiaggia,  tre attività balneari – si legge nella nota della Pro Loco Reggio Sud – Tutt’oggi, grazie al parziale ripascimento del litorale ed alle sue connesse opere di protezione costiera (che si spera riprenderanno ad ottobre con la variante verso nord ed il rifacimento del muretto di contenimento, del manto stradale ed illuminazione pubblica) il locale ha la sua spiaggetta per poter lavorare.”

    Il ritrovo Sciao Beach, luogo di appuntamento e di aggregazione per tante generazioni di ragazzi che grazie al muretto esterno si sedevano a dialogare gustando un gelato, una  gassosa o una birra consente a tanti turisti e locali di godere tutto il giorno della spiaggia ì.

    La Pro Loco ha mantenuto sempre alta l’attenzione sulla problematica con tutti i mezzi possibili, segnalando, proponendo semplici soluzioni e dialogando con le istituzioni al fine di ottenere i risultati preposti. Anche Citynow ha raccontato i vari stati di avanzamento dei lavori (Spiaggia di Bocale ‘restituita’ alla città. Work in progress per la stagione estiva) nell’ottica di promuovere il territorio e stimolare chi di competenza ad un’azione immediata e risolutiva.

    Dopo aver già ringraziato in varie sedi giornalistiche, anche ad alto impatto mediatico televisivo, come “Striscia la Notizia” da noi contattato per ben 2 volte, prima per denunciare e porre in evidenza lo stato del litorale, per poi  far constatare la seconda volta l’avvenuta, anche se parziale, esecuzione delle opere da parte degli enti preposti quali Regione, Città Metropolitana e comune, oggi vogliamo ringraziare la Capitaneria di Porto di Reggio Calabria (che purtroppo nel servizio televisivo non è stata nominata per effetto di tagli alle interviste dei presenti) tutto il comando e le autorità marittime, in particolar modo il comandante Donato Zito, Caposezione demanio Capitaneria di Porto Reggio Calabria, che da tanti anni ascolta le nostrs denuncie sull’erosione costiera -spiega Concetta Romeodimostrando sempre grande sensibilità a tutti i problemi del litorale, che ci supporta, dialogando con noi ma soprattutto svolgendo sempre al meglio il proprio ruolo istituzionale“.

    I ringraziamenti continuano anche per le istituzioni, in particolare per due figure istituzionali.

    Ringraziamo altresì il Vice Sindaco Riccardo e l’ing. Pietro Foti, per la disponibilità al dialogo che ha generato la risoluzione dei problemi, nei tempi previsti

    Gli uomini della Capitaneria di Porto, sono stati determinanti anche in passato nel 2016 quando è finalmente avvenuta, dopo due anni di ripetuti incontri pubblici, di denunce e segnalazioni rivolte agli organi competenti, la rimozione delle baracche in eternit sullo stesso litorale.

    La Pro Loco è costituita da volontari che si adoperano per il bene comune e proprio perché libera da ogni qualsivoglia schieramento polito, è sempre lieta di ringraziare, perché significa che si è operato bene. Si rammarica invece quando deve segnalare e denunciare le inadempienze degli amministratori.

    Riportiamo anche le segnalazioni delle altre associazioni che operano come noi sul territorio per ridargli decoro quali gli Amici di Obiettivo Pellaro che si adoperano già da un paio di anni, in vista del periodo estivo con varie attività sul territorio, che spaziano dalla pulizia delle palme della Via Marina di Pellaro, della piazzetta della via delle industrie, della piazzetta di piazza Municipio, della strada di collegamento del rettilineo di Punta Pellaro, tutti punti che dovrebbero essere fiori all’occhiello per chi vive nella cittadina e per i turisti che dovrebbero soggiornarci. Ad oggi a seguito delle loro opere di pulizia, a distanza di un mese, vedono i loro rifiuti raccolti,  di vario genere, dal fogliame alle buste di spazzatura, che giacciono ancora nei luoghi in cui sono stati accuratamente allocati. Gli stessi ragazzi, si chiedono paradossalmente perché l’amministrazione invece di supportare ogni forma di volontariato tesa a migliorare le condizioni di decoro in città, si eclissa nel non dar seguito al completamento dell’opera (es. la raccolta dei rifiuti), come se l’unica forma di volontariato esistente è quella organizzata solo esclusivamente da i loro componenti“.

    La Pro Loco Bocale lamenta infine la mancata risposta da parte del Comune alle numerose mail inviate.

    Vogliamo porre altresì  l’evidenza come questa amministrazione continua a non rispondere alle richieste fatte tramite Pec. Tante sono le segnalazioni di vario genere, o le richieste che facciamo e delle quali non riscontriamo né cortese risposta, né tanto meno il seguito operativo. Questa inefficienza pregiudica talvolta tutte le attività , anche ad esempio l’esecuzione di eventi (vedi recentemente, Festa della Musica a Pellaro) che volta a promuovere nuovi talenti musicali ci siamo ritrovati non solo ad essere penalizzati dalla mancata presenza di artisti, che purtoppo ricevendo conferma solo due giorni prima dell’evento, ma facendoci accollare inoltre  l’anticipazione economica di alcune spese, quali noleggio palco e corrente elettrica, previsti invece da chi come il comune era preposto a cooperare mettendo a disposizione servizi (come nella precedente manifestazione del 21 all’Arena dello Stretto) descritti nella ” Carta dei Principi di Budapest”. Come si può parlare di promozione turistica della città se non si pone attenzione a tutti gli atti amministrativi che vanno svolti per tempo? Paghiamo per i servizi ed acquistiamo la qualunque e lo facciamo con piacere, rimettendoci quindi anche economicamente autotassandoci, per il senso civico che ci contraddistingue ma soprattutto siamo onesti cittadini che paghiamo le tasse e pretendiamo i servizi  da parte di chi ci amministra. Vogliamo le strade sicure dove transitare senza buche, vogliamo vedere  l’acqua 24 su 24, vogliamo adeguata pulizia negli spazi pubblici ed in tutta la città, vogliamo l’illuminazione pubblica che funzioni di notte (a tal proposito segnalo che dove risiedo a Sala di Mosorrofa manca da più di un mese, nonostante le ripetute comunicazioni) e non accesa e sprecata di giorno (es. a Bocale Secondo è stata accesa notte e giorno per più di un mese).

    La Pro Loco Reggio Sud denuncia ma supporta anche l’amministrazione, partecipando alla vita cittadina presenziando agli eventi, mettendosi in prima linea, dando l’esempio per primi con azioni di pulizia delle piazze, delle vie, dei litorali, dei sottopassi che portano al mare, propone progetti di opere sul territorio, organizza giornate ecologiche, di sensibilizzazione per la raccolta differenziata, di raccolte fondi per beneficienza, e propone manifestazioni di cultura, musica, spettacolo, sportive.

    CityNow continuerà a raccontare l’evoluzione della spiaggia di Bocale nella speranza di vedere quel piccolo fazzoletto di terra affacciata sullo Stretto trasformarsi definitivamente un un vero e proprio gioiellino di cui andar fieri.

     

    Smile! you are on CityNow!