• Da quasi venti giorni sono in corso le prove dello spettacolo che debutterà venerdì 16 febbraio al Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria. Si tratta del terzo appuntamento della Sezione Opera del Progetto”Alziamo il Sipario” promossa, con il contributo della Regione Calabria, dal Comune di Reggio Calabria e realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Traiectoriae e la Direzione artistica di Domenico Gatto.

    Dopo il Concorso Lirico Internazionale”Beppe De Tommasi e la Messa da Requiem di Verdi (accolti il primo con calore e partecipazione e la seconda con un vero e proprio trionfo da parte del pubblico) l’attesa per la messa in scena del capolavoro pucciniano è davvero altissima tantoché per la replica di venerdì prossimo il teatro è già sold-out da giorni e l’unica occasione per assistere all’opera rimane quella della anteprima – generale di mercoledì 14 alle ore 17: una replica dedicata ai giovani e agli studenti ma aperta anche al pubblico adulto a un prezzo realmente ridotto.

    Il pubblico di Reggio Calabria e non solo (richieste sono venute da diverse parti del territorio regionale) conferma così la passione e l’interesse che da sempre ha dimostrato verso la musica lirica e operistica. Con una partecipazione che dimostra come la scelta di dedicare una parte della stagione comunale a questo genere sia stata opportuna e vincente. Una scelta, inoltre, non sporadica ma proiettata con forza in tutte e due le prossime stagioni e, probabilmente, verso la realizzazione di un vero e proprio Festival Operistico.

    Grande attesa per il debutto nel ruolo di Cio-cio-san di Liliana Marzano, interprete amata e apprezzata (anche nel recente Requiem a fianco di Roberto Scandiuzzi) che, per la prima volta, affronta questo straordinario personaggio: protagonista assoluta della composizione pucciniana. Un personaggio che domina la scena dall’inizio alla fine dell’opera.

    Accanto a lei un cast internazionale prestigioso: il tenore brasiliano Max Jota nel ruolo di Pinkerton, Salvatore Grigoli (baritono che il pubblico del Cilea ha avuto modo di conoscere come Figaro nelle mozartiane “Nozze” dell’anno passato) come Console Sharpless, la spagnola Lorena Valero come Suzuki (ruolo che ha già interpretato con successo in diverse edizioni), il giovane soprano argentino Natalia Bocco come Kate Pinkerton , il tenore Didier Pieri   nel ruolo di Goro, Alberto Carpanzano nel doppio ruolo del commissario imperiale e dell’ufficiale del registro e il baritono calabrese   Giuseppe De Luca come Principe Amadori e Zio Bonzo.

    Sul podio lo spagnolo Alvaro Lozano Gutierrez che dirige l’Orchestra del Teatro Cilea. Immancabile la presenza del Coro Lirico Francesco Cilea diretto da Bruno Tirotta.

    La regia è di Renato Bonajuto: regista che ha appena ottenuto un successo straordinario con la Carmen andata in scena a Messina nei giorni scorsi. L’allestimento (scene e costumi) proviene dalla produzione della Fondazione Teatro Coccia di Novara.

    max jota Liliana Marzan

    Smile! you are on CityNow!