• Scilla (e Chianalea) si preparano ad una estate indimenticabile. Pasquetta e Primo Maggio hanno confermato, se non aumentato, l’appeal unico che le due località esercitano sui reggini, e non solo. Un ‘mare’ (è il caso di dirlo) di persone ha popolato quel meraviglioso lembo di terra che va da Scilla a Chianalea.

    “Ci aspettavamo un buon afflusso, ma sinceramente siamo andati ben oltre le previsioni, riconosciamo di essere uno dei punti di riferimento dell’intera provincia. Questo gratifica il nostro lavoro e ci dà la massima determinazione a lavorare in vista dell’estate”, dichiara il sindaco di Scilla Pasqualino Ciccone ai microfoni di Citynow.

    Sono tante le idee, le iniziative e i progetti in vista dell’estate 2017, “la migliore degli ultimi 40 anni, secondo i dati relativi alle visite che ci aspettiamo”, assicura Ciccone. Due le opere particolarmente importanti per dare ‘respiro’ alla località, ovvero l’ascensore e un grande parcheggio fuori dal centro abitato.

    “Per quanto riguarda l’ascensore, che collegherà la piazza principale e Marina grande, abbiamo ripresa un’opera del 2011, e ci stiamo lavorando a tempo record. Contiamo di poterla aprire al pubblico per agosto. Il parcheggio, cosi come le navette, permetterebbe di ‘liberare’ Scilla dalle macchine, cosi da poter offrire una vivibilità maggiore”.

    Particolarmente ricca di appuntamenti, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale, l’attività culturale e artistica: “Vogliamo far vivere il centro del paese, la piazza che può vantare una terrazza sullo Stretto incantevole. Ogni sera ci sarà un’attività culturale, musicale, o cinematografica. Vogliamo riempire l’estate sia di contenuti che di infrastrutture”, assicura Ciccone.

    Chianalea è uno dei borghi più amati d’Italia, diversi i riconoscimenti ottenuti negli ultimi anni da quella ‘fetta’ di Paradiso che sembra resistere al tempo: “Gli operatori sono entusiasti, cosi come i turisti che vengono a visitarla. Dal punto di vista promozionale è stato fatto un lavoro importante, che inizia a dare i frutti sperati”.

    Sarà presto aperto un Ostello della gioventù, Scilla punta fortemente sul turismo, settore che va di pari passo con i trasporti. Come incentivarlo con l’attuale situazione dell’Aeroporto dello Stretto? “Siamo parte interessata, senza collegamenti diventa tutto inutile. Tutti i giorni mi relaziono con la Regione e la Città Metropolitana, sono confortato dalle loro rassicurazioni. Non possiamo perdere questa sfida, altrimenti -sottolinea Ciccone- tutto il territorio ne soffrirà”.

    Quali gli obiettivi concreti dell’amministrazione comunale? Ciccone racconta i suoi sogni…: “Vedere una Scilla senza macchine e piena di turisti. Ci stiamo lavorando, vogliamo renderlo realtà. Questa estate sarà per noi un esame importante, vogliamo superarlo. Bisogna cambiare ritmo, e per farlo serve abbinare all’incantevole scenario del paesaggio la migliore esperienza possibile, anche sul piano logistico e di infrastrutture. Il passaparola rimane la migliore pubblicità possibile, chi va via da Scilla -conclude il sindaco- deve essere felice al 100%, e dispiaciuto di andarsene…”.

    ciccone-1

    Smile! you are on CityNow!