• Conosciamo la nostra terra, ne conosciamo i profumi, i luoghi, ma non sempre conosciamo i meravigliosi miti e le misteriose leggende che avvolgono la Calabria.

    Eccoci dunque ad un altro appuntamento della rubrica #MitiDiCalabria, nata per raccontarvi le più famose leggende che fanno parte della nostra terra.

    Oggi vi raccontiamo, data la vicinanza, le origini e le tradizioni calabresi riguardanti la giornata di San Martino.

    La festa di San Martino è il giorno in cui in Calabria, come in molti altri luoghi d’Italia, arriva il momento di assaggiare il vino novello, ovvero quello prodotto durante l’ultima vendemmia. In passato questo giorno, ovvero l’11 novembre, era una festa per i nonni che giravano per le cantine di amici e vicini del paese per assaggiare il vino nuovo e festeggiare con i brindisi sul superamento della fase mosto.

    Una tradizione ben radicata, correlata a questa giornata di festa, è quella di consumare delle castagne insieme al vino.

    Il periodo autunnale è, non a caso, quello in cui bisogna tenere sotto controllo il vino. A testimonianza di ciò vi sono detti tipici calabresi che ancora oggi può capitare di sentire da qualche nonna: “A San Martìnu ogni mùstu è bìnu, a San Nicola d’ogni bùtta si fa ra prova, a ra Macculàta ogni bùtta vòtrividdrata”. 

    Letteralmente: “Il giorno di San Martino ogni mosto è vino, a San Nicola di ogni botte si fa la prova, all’Immacolata ogni botte va trivellata”.

    Per la sera di San Martino e la “degustazione” del vino novello, si è soliti preparare in casa pietanze e prelibatezze tipiche della nostra cucina, per mandare giù i bicchieri di vino. A tavola non può assolutamente mancare un pezzo di pane fatto in casa, le olive schiacciate, prodotti sott’olio, affettati, soppressata, salame, soliti spizzichi da accompagnare con il vino.

    Proprio in Calabria, in occasione della festa di San Martino, si preparava il dolce tipico, noto ancora oggi come Pitta di San Martino. Dei biscotti di forma rettangolare o rotonda, con mandorle tostate e frutta secca, uvetta passa, fichi secchi. Sono dei dolci che vengono preparati seguendo una ricetta tradizionale, tipica della Calabria Meridionale, quindi la zona dell’Aspromonte. Le Pitte di San Martino in Calabria, si mangiano sia per la festa di San Martino, sia durante le feste di Natale.

    Smile! you are on CityNow!