• Dopo le indimenticabili serate del 2015, quando, grazie all’inserimento dell’evento “San Basile Moon Jazz” nel circuito turistico/culturale della XIV edizione del Peperoncino Jazz Festival, l’anfiteatro che sorge nel centro storico del comune è stato riempito fino all’ultimo posto in occasione dei concerti di Enrico Rava, Steve Kuhn e Robertinho De Paula, e dopo la tappa dello scorso anno all’insegna del blues di Elisa Brown, domani sera (domenica 13 agosto) il festival itinerante per le più belle località della Calabria tornerà a far tappa nel piccolo ma attivissimo comune arbëreshë di San Basile grazie al volere del Sindaco Vincenzo Tamburi e del presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, Mimmo Pappaterra.

    Si rinnova, così, anche quest’anno, la collaborazione tra il PJF – evento organizzato dall’Associazione culturale Picanto con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (progetto presentato a valere sull’avviso pubblico relativo agli eventi culturali nell’ambito dei Fondi PAC 2017), degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di numerose amministrazioni comunali e di importanti Sponsor privati (primo fra tutti Banca BPER e poi Confindustria Cosenza, Agis e Anec Calabria, Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Ottica Di Lernia, Montagna Srl, La Pietra Srl ecc.) e con i patrocini del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, della Reale Ambasciata di Norvegia, del FAI e dell’UNWTO – e il borgo del Parco del Pollino che alcuni anni fa balzò agli onori della cronaca nazionale per il progetto “Una casa a San Basile”, ideato nel corso della prima legislatura del giovane ma visionario Vincenzo Tamburi al fine di ripopolare il proprio paese.

    Protagonista della serata, il cui orario di inizio è previsto alle ore 22.00, sarà il vulcanico pianista Egidio Ventura, che con i suoi Jazz Three presenterà al pubblico del festival calabrese che anche quest’anno è stato annoverato dalla stampa nazionale specializzata tra gli eventi jazzistici più importanti e caratteristici d’Italia, “Our Michel Petrucciani 2#”, il suo nuovo progetto artistico (ideato e prodotto, come i suoi precedenti lavori discografici, dal Lamezia Jazz Festival) dedicato a Michel Petrucciani, pianista francese dal tocco irrepetibile e inimitabile, del cui vasto repertorio (ha ben 32 album all’attivo) verranno proposti alcuni dei brani più popolari.

    Il pianista lametino, che negli anni ha distillato un proprio stile personale, sintetizzando compiutamente la sua originaria matrice culturale latino-americana con le influenze di pianisti come Michel Camilo, Chick Corea, Herbie Hancock e Gonzalo Rubalcaba, conferma quotidianamente di possedere un pianismo ritmicamente possente, secco nel tocco, perfetto nell'”arrotolare” gli accordi e nello stesso tempo armonioso e sensibile nelle ballad.

    Con lui, sul palco, per interpretare al meglio una decina di celebri brani di Petrucciani, il talentuoso bassista Franco Marino, qui anche in veste di contrabbassista, e il batterista Roberto Rossi, che si dimostrano eccellenti compagni di viaggio e co-protagonisti di un concerto che scorre piacevolmente tra assoli e dimostrazioni di ottimo interplay, senza mai perdere il ritmo, fino alla chiusura, dando all’ascoltatore l’idea non solo del Petrucciani musicista, ma anche dell’uomo Michel.

    Dopo la tappa a San Basile, che, come la gran parte delle tappe del festival 2017, sarà ad ingresso libero e che, come nella migliore tradizione del festival musicale più piccante d’Italia, sarà caratterizzata dalla possibilità di degustare i migliori vini calabresi selezionati dai Sommelier professionisti della F.I.S. (Fondazione Italiana Sommelier) Calabria presieduta da Gennaro Convertini in abbinamento ai prodotti da forno del rinomato Panificio di Cuti, l’evento riconosciuto da tutti come il Festival Jazz Internazionale della Calabria farà una breve pausa di due giorni in occasione del Ferragosto, mentre nella seconda metà del mese ha in programma un lungo e appassionante viaggio musicale alla scoperta del Tirreno Cosentino, che partirà mercoledì 16 dallo storico locale “La Casina Rosa” di Cittadella del Capo con l’esibizione dell’affiatato duo acustico composto dalla cantante Vanessa Elly e dal chitarrista Roy Panebianco .

    Dopo la tappa del 17 agosto all’insegna della musica d’autore di Sasà Calabrese, che segnerà, dopo alcuni anni di assenza, l’attesissimo ritorno del PJF ad Aiello Calabro, dal 18 al 23 agosto seguirà una lunga settimana di eventi cetraresi ospitati nello splendido giardino di Palazzo Del Trono (laddove, per il “Cetraro Jazz” saranno di scena Daniele Scannapieco il 18, Maurizio Morante il 19 e gli Agoratà di Danilo Blaiotta il 20) e nella suggestiva cornice del Porto Turistico (che nel segno del nuovo Festival della Sostenibilità e della Innovazione “Buona Vita”, inserita negli eventi della Settimana della Cultura Benedettina, ospiterà tre grandissimi eventi concertistici: Fabio Concato il 21, Xantoné Blacq il 22 e Gianluca Guidi il 23).

    Prima di una intensa “tre giorni” realizzata in joint venture con il Praia Jazz di Umberto Napolitano in programma nei giorni 28, 29 e 30 agosto (nel corso della quale si esibiranno, rispettivamente, i Vuelvo al Sur con ospite Gianfranco Campagnoli, il super duo Bosso/Mazzariello e il trio del crooner Walter Ricci e delle due tappe in programma a Diamante il 30 (Sing Swing) e il 31 agosto (Toca Tango), il Peperoncino Jazz tornerà nel cuore del Parco del Pollino per una brevissima “due giorni” che vedrà coinvolti i comuni di Civita (che il 25 vedrà esibirsi i Nuevo Mas) e Saracena (laddove il 26 si esibirà Salvatore Russo con il suo Gipsy Project).

    Smile! you are on CityNow!