• Su proposta dell’Assessorato alle Finanze, l’amministrazione Falcomatà ha deliberato di prorogare al 31 marzo prossimo il termine entro il quale, i cittadini possono proporre istanza per la definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento notificate dal 1 gennaio 2000 al 16 ottobre 2017, per le quali l’Ente non abbia formato e trasmesso all’agente della riscossione il ruolo a mezzo cartella esattoriale.

    Il provvedimento è stato deliberato nel corso dell’ultima seduta di giunta comunale anche su impulso delle associazioni dei consumatori portatrici delle istanze dei numerosi cittadini che stanno beneficiando della misura.

    Slitta, del pari al 20 aprile 2018, il termine ultimo entro il quale verrà comunicato al debitore l’accoglimento o il rigetto dell’istanza, nonché in caso di accoglimento, l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della definizione, ferme restando le scadenze delle singole rate di pagamento.

    Smile! you are on CityNow!