• Grande festa a “Teatro sotto il banco”, la rassegna dedicata al giovane pubblico, allestita da AttorInCorso e giunta alla sua quarta edizione, che si sta tenendo al Ptu – Piccolo teatro Unical dal 12 al 21 marzo e che comprende anche tre repliche serali rivolte agli spettatori più grandi.

    Sabato 17, infatti, è stato il giorno delle premiazioni dei concorsi “Insalata di fiabe – costruisci la tua storia” e “La fiaba – Filomena Pastore” indetti da AttorInCorso e che ha visto gli studenti come protagonisti.

    Il concorso “Insalata di fiabe – costruisci la tua storia” ha assegnato premi per diverse categorie. Il “Premio Fantasia” è andato a “Cappuccetto Rosso e il Principe Azzurro imbranato” realizzato dalla II A dell’Istituto comprensivo statale di Aiello Calabro. Il “Premio Originalità” se lo sono aggiudicati in tre: “Alice e l’avventura sottomarina di Edward Tulane” di Ludovica Marturano, Nunzio Leone e Sofia Semprevivo della classe III dell’Istituto comprensivo Torano Castello-Lattarico. Due le scuole che si sono aggiudicate il “Premio Collettivo” andato alla Scuola primaria “Tommaso Sagrario” di Tortora (grazie a “La bella, il gatto, il libro e…” andato alle classi I, II, III, IV e V), e alla Scuola primaria “Don Milani De Matera” di Cosenza (con la II E e “Le fiabe pasticcione”). Il “Premio AttorInCorso” va a “Quando scendeva la notte” della III A dell’Istituto comprensivo “Lanza Milani” di Cassano All’Ionio; il “Premio Rappresentazione grafica” se lo è aggiudicato la IV D di Castrovillari con “La nostra fiaba in un intreccio di fiabe: Bella e il lupo che non voleva imparare a leggere”. “Premio Menzione speciale” per “La missione di Annette” di Melissa Cetera del V F per la Scuola primaria “Corrado Alvaro”- Istituto comprensivo statale di Via Negroni, Cosenza; il “Premio Piccoli scrittori di fiabe” è andato alla III D dell’Istituto comprensivo statale “Falcomatà-Archi” del plesso Santa Caterina di Reggio Calabria. L’ultimo premio di “Insalata di Fiabe” è il “Premio Fiaba e tradizioni” andato a “Sofia” di Francesco Reale della I A dell’Istituto comprensivo statale di “Celico-Spezzano Piccolo”.

    I premi del concorso “La Fiaba – Filomena Pastore”, promosso dalla famiglia Gelsomino in collaborazione con AttorInCorso, se li sono aggiudicati: “Una storia magica” di Giulia Micieli della I A dell’Istituto comprensivo Torano Castello-Lattarico vincitrice della sezione “Fiaba realizzata da singolo allievo/a”; Vincenzo De Paola e Luca Ferretti, della I D della “De Coubertin” di Rende, vincono la sezione “Fiaba realizzata da gruppo di allievi” con “La fiaba che mette il buon umore”. Menzione speciale per “Avventura ai confini della realtà” di Beniamino Carelli che frequenta la I B dell’Istituto comprensivo “De Coubertin” di Rende-Zumpano.

    Prima delle premiazioni, hanno partecipato al dibattito il regista e fondatore di RossoSimona Lindo Nudo, il direttore artistico del Teatro auditorium Unical Fabio Vincenzi, Marta Petrusewicz assessore comunale di Rende e i docenti Franca Perri e Selene Falcone.

    Terminate, fra gli applausi scroscianti, le premiazioni dei due concorsi, “Teatro sotto il banco” continua con l’ultimo spettacolo previsto in cartellone. “I promessi sposi” andrà in scena la mattina del

    lunedì 19, martedì 20 e mercoledì 21 marzo con una replica serale, alle 20.30, giorno martedì 20. Gli studenti dell’Università della Calabria

    avranno ingresso gratuito esibendo il proprio libretto accademico.

    «La fede di Lucia, il coraggio di fra Cristoforo, la grandezza dell’Innominato, la genuinità di Renzo. I promessi sposi esibiscono una galleria di caratteri e tipi umani, esplorando un processo di maturazione attraverso l’amore, la sofferenza, lo scontro con l’autorità, il viaggio – è scritto nelle note di regia dello spettacolo, tratto dal libro di Alessandro Manzoni, affidata a Lucia Catalano e che ha curato l’adattamento drammaturgico insieme a Mariafrancesca Infusino – In un linguaggio accessibile agli adolescenti, lo spettacolo indaga l’opera di Manzoni, proponendone una ricostruzione tradizionale. L’adattamento aspira, infatti, a raccontare una vicenda senza tempo, suggerendo spunti e suggestioni vicine alla sensibilità dei ragazzi, attraverso un’accurata operazione di selezione delle parti più significative del romanzo. Ai toni drammatici che percorrono le vicende della monaca di Monza, dell’Innominato, di fra Cristoforo, si affianca la comicità legata a personaggi più buffi e meno tormentati: don Abbondio, Perpetua, AzzeccaGarbugli. Il risultato è un percorso, accompagnato da brani musicali inediti, che commuove e fa sorridere».

    Sul palcoscenico del Ptu ci saranno Audrey Chesseboeuf, Federico Cortese, Raffaele Galiero, Noemi Guido, Paolo Mauro, Francesca Megna, Carina Minervini, Pierfrancesco Minervini, Francesco Pupa, Andrea Solano. Le musiche dello spettacolo sono state composte da Massimo Garritano.

    “Teatro sotto il banco” prevede, inoltre,  “Mostra al Foyer” allestita al Ptu, il 12 marzo e che chiuderà i battenti giorno 21, con le opere di Francesco Caporale (Fra Design), Federica Armeni (Octopus Vision), Diego Sottilotta e Massimiliano Veltri.

     

    Smile! you are on CityNow!