• di Vincenzo Comi – Ore 8:20 di giovedì 11 ottobre. Data storica per Reggio Calabria, per la sua gente e per le istituzioni (tutte) che devono dare il meglio di sé.

    E’ il secondo giorno del DVR, il meeting mondiale dei tour operator tedeschi, uno degli appuntamenti più ambiti in Europa per visibilità e promozione delle nuove destinazioni turistiche internazionali.

    Un momento dunque in cui tirare fuori orgoglio e responsabilità.

    Che città troveranno? Questa la domanda che rivolgevamo ai nostri lettori e che ci siamo rivolti attraverso le nostre pagine. Ci concentriamo, per ora, sul Roof Garden, l’enorme edificio abbandonato, a due passi dai Bronzi di Riace.

    Bene. Il famoso maxi telo è stato assemblato.

    Impossibile, anche ai meno esperti, notare come sia tuttavia privo di alcuna logica nonché delle basilari regole di marketing territoriale e promozione turistica.

    Ci chiediamo quale sia l’obiettivo di questa struttura. Se si voleva coprire e quindi nascondere la struttura ormai fatiscente del Roof Garden, con questa ‘mossa strategica’ si è ottenuto l’effetto contrario. Adesso, grazie al maxi telo, la struttura, tra l’altro scoperta da entrambi i lati, dà ancora più nell’occhio.

    WhatsApp Image 2018-10-11 at 08.23.53

    Per non parlare della scelta grafica (con loghi istituzionali a dir poco enormi) e dell’unica foto scelta che rappresenterebbe la nostra terra. Perché non fare ad esempio un caro e vecchio ‘collage’ di foto con più monumenti e panorami mozzafiato dei quali godiamo ogni giorno?

    Unica nota positiva, la scritta, con cui si dà il benvenuto ai professionisti del turismo “Entdecke die magie des sudens. Willkommen in kalabrien”. Scopri la magia del sud. Benvenuti in Calabria.

    Un benvenuto da classificare come ‘carino’. Assolutamente niente di geniale. Anzi. A gusto di molti, forse, sarà un ‘benvenuto’ di cattivo gusto.

    Improvvisazione e mancata programmazione. Questo in sintesi quello che trasmette il maxi telo apposto questa mattina. L’esatto contrario di quello che dovrebbe invece trasmettere un’opera simile.

    Dispiace fare notare come in un momento storico così importante non si sia potuto fare meglio di così e offrire un’immagine migliore della nostra terra. Parliamo certo di un semplice maxi – telo, che rappresenta però un simbolo.

    Ad oggi è la testimonianza dichiarata di una mancata progettazione. Almeno in termini di creatività, inventiva e fantasia.

    Continuiamo a chiederci dunque “Che città troveranno?” Per ora, da quanto mostrato, una città bella si, ma a metà…

    WhatsApp Image 2018-10-11 at 08.24.22

    Smile! you are on CityNow!