Albero Sottozero (1)

Reggio, crolla un albero sul Lungomare. Cesare scrive a Sottozero: “E’ come se fosse successo alla mia famiglia…” – FOTO

  • di Vincenzo Comi – Questa mattina Reggio Calabria si è svegliata con un enorme ‘macigno’ sulla testa.

    Impossibile rimanere indifferenti di fronte ad una scena così violenta come l’immagine di un gigantesco tronco d’albero abbattutosi sul gazebo di Sottozero, una delle attività storiche della nostra città, amate ed apprezzate da tutti i reggini.

    Chiunque abbia visto anche solo uno scatto del gazebo devastato, è rimasto sorpreso, o meglio impressionato. Si rimane ancora più attoniti se si pensa che, sotto a quel macigno, poteva esserci un gruppo di amici, una scolaresca, o ancora una coppia di fidanzati.

    Nella sfortuna, la fortuna. Madre natura ha deciso di ‘lasciarsi cadere’ proprio alle 4:30, quando i locali della storica gelateria erano vuoti. Nulla toglie che in quel momento sarebbe potuto passare qualcuno sul marciapiede o in macchina, visto che la caduta dell’albero ha interessato anche il manto stradale. E’ stato sufficiente un po’ di vento in più del previsto per abbattere un gigantesco ficus già appesantito dalla mole di rami e foglie. Qualcuno, sicuramente, avrebbe dovuto interessarsi in questi mesi della messa in sicurezza del Lungomare.

    Abbiamo voluto ascoltare un collega – amico della famiglia Pennestrì che, oltre a messaggi di solidarietà e sostegno, ha voluto specificare alla redazione di CityNow.it come, anche la gelateria “Cesare” vive una situazione precaria, vista la presenza, di un grande ficus sopra lo storico chiosco.

    Ecco le parole di Davide De Stefano della gelateria “Cesare”.

    La situazione é ormai diventata insostenibile e un imprenditore non può combattere anche contro l’indifferenza delle istituzioni. Anche l’albero che sovrasta il nostro chioschetto é molto appesantito, e nell’ultimo anno abbiamo più volte inoltrato raccomandate agli uffici comunali competenti per segnalare la criticità, senza però avere nessuna risposta – spiega Davide De StefanoL’escalation degli ultimi giorni fa capire quanto possa essere grave la situazione, la via Marina con i suoi alberi é profondamente ferita e io da reggino ed imprenditore sono rammaricato e distrutto da questo senso d’impotenza quindi auspico un tempestivo intervento in modo da far vedere ai turisti una Reggio dignitosa”.

    Proprio oggi infatti è arrivata al porto di Reggio Calabria la nave da crociera ”Aida Stella”, ultima nave varata dalla compagnia Aida Cruises, del gruppo Costa Crociere portando con sé 2500 passeggeri, provenienti soprattutto dai paesi del nord Europa.

    Non può andare sempre bene – continua De Stefano ai microfoni di CityNowE’ da oltre 5 anni che non vengono fatti lavori per la messa in sicurezza sul Lungomare. Dalla nostra segnalazione sono venuti due impiegati del Comune a fare alcune foto, ma niente più. Né mai hanno risposto alle mie numerose segnalazioni scritte. Non vogliamo dare colpe a nessuno ma pretendiamo, da cittadini ed imprenditori innamorati della propria città, che qualcuno si faccia vivo e rispetti il nostro territorio. E’ come se fosse successo alla mia famiglia – conclude De Stefano – Con Vincenzo Pennestrì ci sentiamo quotidianamente e siamo davvero in ottimi rapporti. Non possiamo purtroppo intervenire come privati, altrimenti lo avremmo già fatto. La Via Marina è un bene da tutelare. Non voglio creare allarmismi ma l’intera area del chiosco è in pericolo e gli uffici competenti devono prendere provvedimenti al più presto”.

    La famiglia Pennestrì è già a lavoro da questa mattina per il ripristino del gazebo. Ed i risultati sono già ottimi a distanza di un solo giorno dall’accaduto. La speranza è che gli uffici competenti siano altrettanto celeri nella messa in sicurezza dell’intera area verde del chilometro più bello d’Italia.

     

    Galleria Fotografica

    Smile! you are on CityNow!