• di Michele Favano – Salvezza da conquistare si spera già da domenica, il bando del centro sportivo S. Agata imminente, possibili interessamenti esteri sull’acquisizione della società.

    Non passerà ancora molto altro tempo per capire quello che sarà della Reggina del futuro, tutto è concentrato in poche settimane e per l’attuale società valutazioni, scelte, eventuali trattative diventeranno decisive.

    Mimmo Praticò continua a sostenere che non solo non vi è al momento alcuna trattativa con altri soggetti, ma addirittura di non essere mai stato contattato neanche per approcci. Chiaro che qualora vi fosse qualcosa di concreto, il presidente non andrebbe a dichiararlo pubblicamente, ma riteniamo comunque si debba tenere conto delle ultime uscite da parte del massimo esponente societario, che tutto lasciano intendere, tranne che il suo percorso sia pronto a giungere al capolinea.

    Ripetuti, infatti, sono gli appelli all’unione, al raggiungimento dell’obiettivo, alla volontà di ricucire il rapporto con i tifosi, a programmare il futuro societario.

    Ed in questo senso l’anticipata rottura del rapporto con il DS Sasà Basile, qualche indicazione potrebbe averla data, oltre agli spifferi che giungono e riguardano l’inizio di una nuova organizzazione del gruppo dirigenziale, con l’inserimento di professionalità reggine e qualcuna già da tempo, in maniera non ufficiale, che ha iniziato ad interfacciarsi con i vertici societari.

    Reggina in vendita o Reggina ancora ai Praticò, qualunque sia la strada che verrà intrapresa, i primi a dover essere messi a conoscenza dovranno essere sicuramente i tifosi, molti dei quali oggi osservatori distaccati, almeno in fatto di presenze allo stadio, ma sempre attenti agli eventi ed in attesa di sviluppi. Pronti a ridare il proprio contributo se toccati nelle corde giuste, coinvolti e stimolati.

    Smile! you are on CityNow!