• La Calabria che investe, innova e costruisce nuove realtà imprenditoriali porta il nome di un Concept Japanese Restaurant innovativo: Koma, un incontro tra la cucina tradizionale giapponese e il Made in Italy.

    Lo sa bene l’imprenditrice reggina Alessandra Stilo, che dopo aver portato il primo ristorante di Sushi in Calabria nel 2010, si appresta ad intraprendere una nuova avventura. Ad affiancarla in questo progetto ambizioso lo chef Kosuke Toyao.

    Giapponese doc, Kosuke, lavora nel campo della ristorazione da circa vent’anni.

    “Ho lavorato in Giappone come chef e aiuto chef per dieci anni, poi mi sono trasferito in California. I cinque anni in America sono stati molto importanti per me perché ho capito cosa volevo davvero. Lì avevo difficoltà a trovare cibo locale e tradizionale, la mia passione.

    Dopo un’attenta ricerca Kosuke approda in Italia. Ma perché Reggio Calabria e non Milano o Roma, città sicuramente più vocate al sushi e alla cucina giapponese in generale?

    “A Milano ci sono tantissimi ristoranti giapponesi e sicuramente molta più domanda, oltre che tanti turisti. Ma io desideravo altro, volevo portare la cucina giapponese dove non c’era, volevo avvicinarmi il più possibile al cibo tradizionale italiano e coniugarlo con quello giapponese. Reggio Calabria è la città perfetta, perché è a misura d’uomo, qui posso selezionare attentamente le materie prime e sperimentare nuove ricette e piatti gourmet. Il mio sogno è che vengano ad assaggiare i miei piatti non solo i reggini, ma anche appassionati della cucina giapponese, provenienti da altre città” – afferma Kosuke.  

    È emozionato Kosuke e nelle sue parole si legge un profondo rispetto per la cucina italiana e l’orgoglio di chi riesce ad esportare in un altro paese le proprie tradizioni. Perché l’offerta del Koma Restaurant non sarà il cibo giapponese che tutti siamo abituati a mangiare, ci sarà poco pesce crudo e sarà un vero e proprio percorso esperienziale alla scoperta dei sapori più tradizionali, con uno sguardo all’innovazione.

    Alessandra, prima il ristorante di Sushi ora il Concept Giapponese, ma da dove nasce questo amore per la cucina asiatica?

    “Mi hanno sempre affascinato i sapori esotici, ma credo che questo amore sia nato circa quindici anni fa dopo un’esperienza da studentessa a Vancouver. Lì sono entrata in contatto con persone provenienti da tutto il mondo – anche dal Giappone – ed ho assaggiato piatti che qui in Italia neanche esistevano o comunque erano poco conosciuti, come ad esempio il Ramen e al rientro in Italia ho deciso di avvicinarmi alla cultura culinaria giapponese” – rivela l’imprenditrice reggina.    

    Da questa passione è nato il primo ristorante di Sushi a Reggio Calabria (Sushi di Alessandra Stilo).

    “Non avendo esperienza nel settore, inizialmente ho avviato l’attività in formula franchising, che ho lasciato dopo circa due anni, creando un marchio personale” – conclude la Stilo.  

    Ed è proprio nel ristorante di Sushi che si incrociano le vite di Alessandra Stilo e Kosuke Toyao, dando vita ad una commistione professionale che si traduce in questa nuova avventura. L’obiettivo è quello di portare nella città in riva allo stretto un’esperienza mai tentata prima. Una seconda prima volta, dopo la scommessa vincente del Sushi.

    All’interno di questo nuovo Concept Japanese Restaurant è tutto un richiamo alla tradizione del Sol Levante, a partire dal nome scelto. Koma, che si legge ponendo l’accento sulla a, prende spunto, infatti, da un antico proverbio giapponese: “Hyotan kara koma ga deru” che vuol dire “da una zucca può venire fuori un cavallo”.

    “Questo proverbio è usato per rappresentare un evento inaspettato. Il nostro ristorante vogliamo che sia esattamente questo: qualcosa di bello e inaspettato” – afferma lo chef Kosuke Toyao.  

    Di standardizzato qui non c’è davvero nulla, i piatti selezionati saranno curati nei minimi dettagli e frutto di una ricerca costante. Sarà possibile degustare piatti della tradizione giapponese come il Ramen, una zuppa di spaghetti di frumento accompagnata da arrosto di maiale, alghe marine secche e cipolotti, ma anche piatti più innovativi.

    Chiunque voglia sperimentare un viaggio enogastronomico alla scoperta della cucina giapponese più autentica è invitato a partecipare all’inaugurazione di questa nuova realtà imprenditoriale. L’appuntamento è martedi 8 maggio alle ore 20.30 con l’opening a cura di Elle P Event Planner, selezione musicale di Luigi Regolo e beverage a cura delle aziende Horecando, Lanson e Ippolito.

    Koma Concept Japanese Restaurant sarà poi operativo a partire dal 9 maggio dalle ore 20.00 con tre menu degustazione e differenti fasce di prezzo.

    Koma-opening

    Fonte: Mariarita Sciarrone Ufficio Stampa Koma Concept Japanese Restaurant

     

    Galleria Fotografica

    Smile! you are on CityNow!