• Dopo la coinvolgente e seguitissima esibizione del grande sassofonista americano Eric Daniel insieme al duo In Milonga in uno degli scorci più suggestivi di Saracena (la graziosa piazzetta intitolata al Santo Patrono, San Lione), da domani fino a martedì 14 agosto la XVII edizione del Peperoncino Jazz Festival proseguirà il suo itinerario turistico culturale nel cuore del Parco Nazionale del Pollino, con le tappe in programma in altri quattro paesi fortemente rappresentativi nel suo territorio.

    DOMANI SERA (sabato 11 luglio), alle ore 22.30, il festival musicale più piccante d’Italia ha in programma la tradizionale tappa nella bella Mormanno; l’amore del borgo calabrese e del suo caloroso pubblico con il PJF è uno di quegli amori di lunga data, vivissimo ed alimentato da reciproche attenzioni e si è manifestato, in tante delle passate edizioni, con incredibili concerti di grandi artisti, da Gianluca Guidi a Danilo Rea, da Irio De Paula a Stjepco Gut, da Walter Ricci a Joel Holmes e Daniela D’Ercole, fino alle indimenticabili serate degli ultimi anni, all’insegna delle travolgenti esibizioni delle cantanti Serena Brancale, Joy Garrison Denise King.

    Grazie all’onorevole Mimmo Pappaterra, presidente del Parco Nazionale del Pollino – area protetta più vasta d’Italia, dal 2015 inserita, per la sua bellezza e per la sua biodiversità, nella rete mondiale degli UNESCO Global Geoparks – che anche quest’anno ha fortemente voluto che il PJF facesse tappa nella sua città di origine, e anche grazie alla collaborazione e al supporto logistico offerto dall’attivissima compagine amministrativa guidata dal Sindaco Giuseppe Regina, coadiuvato dal Vice Sindaco Paolo Pappaterra e dall’Assessore al Turismo e Spettacolo Flavio De Barti, la cittadina calabrese si appresta a vivere un’altra intensa giornata all’insegna del PJF, che inizierà alle ore 18 con la visita guidata gratuita del centro storico di Mormanno a cura delle Guide Ufficiali del Parco Nazionale del Pollino e si concluderà con una serata di grande musica patrocinata dal Consolato Generale degli USA.

    Protagonista assoluta, anche questa volta, nel suggestivo scenario del Faro Votivo sarà una straordinaria vocalist statunitense: Deborah J. Carter, cantante dalla voce incredibilmente armonica, raffinata ed elegante, capace di fondere stili diversi in perfetta tradizione afro-americana, definita dalla prestigiosa rivista Music Maker “Absolutely Top-Class” e molto apprezzata nella scena jazz mondiale proprio grazie alla sua voce potente, swingante e a tratti molto sensuale e romantica.

    In occasione della tappa del PJF nella bella Mormanno, la Carter, a capo di un super quartetto composto da tre autentici talenti come Daniele Gorgone (piano), Marco Piccirillo (contrabbasso) ed Elio Coppola (batteria), con la sua inconfondibile voce vellutata e profonda, interpreterà i grandi classici del jazz, rendendo omaggio alle più influenti cantanti della storia, da Ella Fitzgerald a Sarah Vaughan, fino a Carmen McRae.

    Al termine della serata, che sarà ad ingresso libero, come nella migliore tradizione del festival organizzato dall’associazione culturale Picanto e diretto artisticamente da Sergio Gimigliano si registrerà la presenza dei Sommelier professionisti della F.I.S. (Fondazione Italiana Sommelier) Calabria presieduta da Gennaro Convertini, che guideranno il pubblico nella degustazione dei migliori vini prodotti in Calabria.

    L’incursione del PJF nel territorio del Parco del Pollino proseguirà, poi, domenica 12 agosto con il concerto dei Groovin’ High, super quartetto capitanato dal talentuoso chitarrista castrovillarese Roy Panebianco nel caratteristico teatro all’aperto che sorge nel centro storico di San Basile; con l’esibizione dei travolgenti Sing Swingnello splendido scenario del Belvedere di Civita (lunedì 13) e con quella del chitarrista brasiliano Robertinho De Paula, le cui note si uniranno a quelle del trio del pianista lametino Francesco Scaramuzzino martedì 14 agostoin quel di Plataci.

    Il XVII Peperoncino Jazz Festival – evento realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (progetto realizzato con Fondi PAC 2018 relativi agli eventi culturali), degli enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di numerose amministrazioni comunali e di importanti Sponsor privati (primo fra tutti UBI Banca e poi Confindustria Cosenza, Agis Anec Calabria, Gas Pollino, Pollino Gestione Impianti, Ottica Di Lernia, Montagna Srl, La Pietra Srl ecc.) e con i patrocini del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, dell’Ambasciata di Israele e della Reale Ambasciata di Norvegia, del FAI e del Touring Club Italiano – farà poi una breve pausa di due giorni in occasione del Ferragosto.

    Nella seconda metà del mese, poi, il lungo viaggio musicale nelle più belle località calabresi tracciato dal Peperoncino Jazz Festival 2018, evento annoverato anche quest’anno su importanti periodici nazionali come uno dei festival jazz più caratteristici d’Italia, che si sta confermando, tappa dopo tappa, anche come uno degli appuntamenti turistici e culturali più importanti dell’estate calabrese, riprenderà sulla costa occidentale della regione.

    Dal 17 al 30 agosto, dunque, esplorerà a suon di jazz tutto l’alto Tirreno Cosentino, con tappe nel territorio compreso tra Praia a Mare e Aiello Calabro, nell’ambito delle quali, oltre ad un incontro culturale con il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris (previsto per il 18 agosto a Cetraro), saranno protagonisti artisti del calibro di Peter Bernstein, Jim Rotondi, Joe Magnarelli, Paul Wertico, Xantoné Blacq, Gegè Telesforo, Dario Deidda, Gianluca Guidi, Mario Panebianco, Nuevo Mas en Tango ecc.

    Prima del gran finale all’insegna del V Calabria Jazz Meeting, in programma a Cetraro dal 14 al 16 settembre, infine, il 31 agosto e il 1° settembre settembre Lamezia ospiterà alcune delle formazioni più rappresentative del panorama calabrese (il duo composto dal chitarrista Alessandro Guido e il trombettista Rocco Riccelli e il trio del pianista Egidio Ventura), mentre dall’11 al 13 settembre il centro storico di Rende, grazie alla joint venture con il “Settembre Rendese” e grazie al supporto dell’associazione “Gentlemen in Calabria” vivrà un’intensa “tre giorni” in cui si andrà dalla presentazione dell’ultimo cd prodotto dalla Picanto Records (“Conserve”,  firma del cantautore, contrabbassista e chitarrista Sasà Calabrese) all’esibizione del grande trombettista americano Wayne Tucker passando per un giovane talento del jazz italiano: il crooner Walter Ricci.

    Smile! you are on CityNow!