• Sono giorni difficili per i Negramaro. La band salentina la scorsa settimana è stata colpita da un fatto improvviso e inaspettato, ovvero il ricovero d’urgenza del chitarrista Lele Spedicato causa un’emorragia cerebrale.

    I medici non si sbilanciano e si sono chiusi in silenzio, dopo aver nei giorni scorsi parlato di ‘cauto ottimismo’ riguardo le condizioni del chitarrista dei Negramaro. Serve tempo per capire l’entità delle conseguenze dell’emorragia cerebrale che ha colpito il 37enne mentre si trovava nella sua abitazione salentina con la moglie, in dolce attesa.

    I messaggi di incoraggiamento, intanto, continuano. #ForzaLele urlano amici, colleghi e sconosciuti sui social, un’ondata d’affetto che la compagna di Spedicato ha voluto sottolineare, ringraziando e assicurando come ‘Lele vi saluterebbe dando un abbraccio a ciascuno di voi’.

    Da capire cosa succederà con il tour invernale dei Negramaro.  Dopo lo straordinario successo negli stadi del tour «Amore che torni», il gruppo avrebbe concesso il bis nei principali palasport italiani con l’apertura prevista a Rimini il 15 novembre. Molte date, come quella di Roma, Bari e Firenze sono già sold-out, mentre a Reggio Calabria il concerto è fissato per sabato 8 dicembre.

    E’ attesa a breve, forse già nei prossimi giorni, un comunicato ufficiale da parte dei Negramaro: confermare le date del tour o cancellare i concerti e stare al fianco del collega e amico chitarrista? La speranza, come è ovvio che sia, è che le condizioni di Spedicato migliorino al punto da rassicurare Sangiorgi e soci e permettergli di salire sul palco. Aspettando di rivedere il chitarrista riunirsi a loro.

     

     

    Smile! you are on CityNow!