• Sapori di Calabria è la rubrica di CityNow che nasce dall’intento di promuovere e far conoscere le più celebri ricette della nostra terra.

    Ogni settimana vi proporremo infatti un piatto tipico calabrese, raccontandone la storia e descrivendovi i procedimenti per la preparazione. Oggi vi parliamo dei famosi turdilli calabresi.

    Si inizia a prepararli per l’Immacolata e si continua fino all’Epifania. Perché per un vero calabrese le feste non sono solamente quelle comandate. Vi sono tante e tante ricette dei turdilli, dipende dalla zona in cui ci si trova, anche se le più note sono di Crotone e Cosenza.

    I veri turdilli, come ogni antica ricetta che si rispetti, non prevedevano lievito ed erano a base di uova farina e vino, elementi poveri della tradizione contadina, addolciti con il miele o con il vin cotto e cannella. Ingredienti oggi facilmente reperibili, ma che al tempo venivano riservati ai periodi di festa.

    Con il trascorrere del tempo le ricette si sono arricchite e quella dei turdilli è divenuta un vero e proprio must dei dolci calabresi in tavola nel periodo natalizio.

    Vediamo insieme la ricetta dei turdilli calabresi!

    Ingredienti:

    • 750 g di farina 00
    • 1 bicchierino di anice
    • 1 bicchiere di olio d’oliva
    • 1 bicchiere e 1/2 di vermouth
    • 1 cucchiaio di cannella
    • 3 cucchiai di zucchero
    • olio abbondante per friggere
    • miele d’api e miele di fichi per ricoprire.

    Preparazione:

    Sistemare in una ciotola la farina 00, lo zucchero, la cannella, l’anice, il vermouth e un bicchiere di olio d’oliva precedentemente miscelati su fiamma bassa per 7-8 minuti. Per preparare al meglio il composto aiutarsi con una paletta.

    Passare l’impasto sulla spianatoia, aggiungere la restante farina ed impastare velocemente finchè l’impasto non risulterà morbido e non appiccicoso.

    A questo punto dobbiamo dare forma ai nostri turdilli, potete perciò cominciare a tagliare la nostra pasta a pezzetti poco più grandi degli gnocchi.  Adesso è il momento di friggere in abbondante olio di semi (circa 1 litro e mezzo) a 170°. Lasciare i turdilli immersi fin quando non avranno acquistato un bel colore ambrato.

    Finalmente è la volta del miele, vero protagonista di questa ricetta, una volta fritti i turdilli vanno infatti passati nel miele e sistemati in un vassoio da portata.

    Buon appetito e al prossimo appuntamento con Sapori di Calabria!

     

    Smile! you are on CityNow!