• CityNow.it torna con un’altra delle sue ‘Piacevoli Chiacchierate’. Proseguono le interviste in diretta del nostro magazine, che vedono protagonisti ospiti di rilievo pronti a rispondere alle nostre e alle vostre domande.

    Nella serata di ieri, Vincenzo Comi e Pasquale Romano della famiglia di CityNow hanno incontrato per voi l’attore reggino che ha conquistato il mondo cinematografico, Marcello Fonte, protagonista di “Dogman“.

    Che il film di Garrone sarebbe stato un successo era ben chiaro già da tempo, ma che l’attore protagonista potesse ottenere il riconoscimento della Palma d’Oro, questa è un’altra storia. Una storia che vede i riflettori puntati su Marcello, un uomo dalle umili origini che non ha mai smesso di credere nei suoi sogni.

    Un ospite importante e prestigioso che con grande disponibilità ha accettato l’invito della redazione.

    La nostra Piacevole Chiacchierata con Marcello parte dall’epilogo, dal lieto fine della storia dell’attore che da Cannes fa ritorno a Reggio Calabria e la prima tappa è quella a casa: “Son tornato subito da mia madre che mi aspettava a casa con un bel piatto di pasta e fagioli” racconta Fonte ai nostri microfoni.

    Nonostante una giornata ricchi di impegni con il popolo reggino, l’attore non rinuncia infatti alla compagnia di chi l’ha visto crescere e lo conosce da ancor prima che il successo lo travolgesse.

    “Il clima che ho trovato tornando a Reggio è stato sicuramente un clima di festa – prosegue Marcello. – Non poteva di certo essere diverso visto che ci troviamo a festeggiare un evento felice. Mi ha fatto davvero piacere incontrare tutti”.

    Si perché all’evento tenutosi ieri al Cinema Aurora ad aspettare Marcello Fonte vi erano davvero tutti, dagli scout, ai parenti, ai vicini a tutti gli abitanti del quartiere di Archi che l’hanno visto crescere.

    Un evento non solo lieto, ma anche storico, dato che sono veramente pochi gli italiani riusciti a conquistare il titolo di Cannes. Un altro Marcello vi era riuscito prima di lui, stiamo parlando di Mastroianni. Sarà quindi una sorta di nome porta fortuna?

    “Ancora non mi sono abituato all’idea di far parte di questa ristretta cerchia. Io sono cresciuto con questi grandi maestri del cinema ed ancora non posso credere di essere messo, oggi, al loro stesso livello”.

    Per guardare l’intervista integrale CLICCA QUI.

    Smile! you are on CityNow!