• di Eva CuratolaGiuseppe Calabrese noto come ‘Peppone’ è l’inviato speciale della ‘Prova del cuoco’, programma di cucina di Rai 1, che da quest’anno si occupa anche dello Street Food italiano.

    Una realtà che non va assolutamente accantonata e che, negli ultimi anni, sta avendo sempre più successo anche qui in Italia, dove lo Street Food è in arrivato un po’ più tardi rispetto ad altri paesi.

    “Radicato nella tradizione gastronomica più pura, il cibo di strada non poteva non essere al centro dell’attenzione de La prova del cuoco”  scrive la Rai sulla pagina del programma.

    “Un viaggio in 35 tappe, fissate in luoghi simbolo del Bel Paese, nei quali il gourmet potentino, Giuseppe Calabrese, in arte Peppone, farà conoscere origini, prodotti e preparazioni del meglio che la strada offre. Peppone andrà proprio nei luoghi dove sporcarsi faccia e mani è il prezzo inevitabile da pagare per il piacere del gusto: mercati, sagre, vie del centro nelle quali carretti, banchi, furgoncini accolgono storie, profumi e sapori avvolti in un cartoccio… Si comincia con una regione che da sola potrebbe riempire un intero taccuino, la Sicilia, dove tra Palermo e Catania Peppone assaggerà e racconterà specialità dolci e salate con l’ironia e la schiettezza che lo contraddistinguono”.

    Fra le 35 tappe del programma, che tiene incollati al televisore milioni di italiani, figura anche Reggio Calabria. Un viaggio nell’arte culinaria della città calabrese, che vede Peppone impegnato fra pomodori secchi, lupini e olive schiacciate, solo alcuni dei prodotti più famosi della nostra tradizione.

    La puntata che vede protagonista la bellissima città dello Stretto è stata registrata durante i giorni di Festa Madonna, periodo in cui turisti e residenti lasciano le loro case per affollare il centro cittadino.

    Peppone presenta alla Prova del Cuoco un servizio che racconta agli italiani il vero Street Food reggino, che in tutto il periodo invernale è composto per lo più dalle “frittole“. Questo rinomato piatto, adatto per essere gustato in strada con gli amici, ma anche a casa per un classico pranzo in famiglia, è alla base della tradizione culinaria reggina, che vede il maiale protagonista.

    Le frittole infatti non sono altro che le parti del maiale messe a bollire per 6-7 ore e servite con nient’altro che del semplice pane. Un piatto povero, che ha fatto la storia della Calabria e tutt’oggi riscuote grande successo.

    “Queste frittole sono una cosa clamorosa”. Sono queste le parole dell’inviato speciale della Prova del Cuoco subito dopo aver assaggiato il tipico ‘panino con le frittole’.

    Il viaggio di Peppone, alla scoperta dei prodotti tipici calabresi, non finisce qui. Vi è infatti anche un’altra specialità che ogni anno viene gustata dai reggini durante il periodo di Festa Madonna, e come ben sapete si tratta del ‘paninu cu satizzu e a peperonata’, che il simpatico narratore di Street food definisce ‘fantastico‘.

    L’avventura gastronomica di Peppone, in cui la narrazione del cibo si accompagna a quella del territorio, si conclude in una famosa gelateria reggina, dove l’inviato di Rai 1 è stato “mandato a digerire”. E qual è il modo migliore del reggino per mandar via la pesantezza del pasto appena consumato? Un bel sorbetto al bergamotto.

    QUI il video della Prova del Cuoco con protagonista Reggio Calabria e le sue tradizioni.

    Smile! you are on CityNow!