• È stata pubblicata l’ordinanza balneare per disciplinare l’utilizzo e la fruizione delle aree demaniali marittime per gli aspetti legati alla balneazione ed alle attività turistico ricreative.

    Durante la stagione balneare, compresa tra il 10 maggio e il 31 ottobre, è vietato lasciare unità navali in sosta permanente, occupare con ogni tipo di struttura o attrezzatura la fascia di 5 metri lineari dalla battigia o lasciare ombrelloni, sdraio e teli dopo il tramonto; campeggiare, transitare, parcheggiare o sostare con qualsiasi tipo di veicolo; portare in spiaggia animali (ad eccezione delle zone ove espressamente previsto), accendere fuochi, recare disturbo ai bagnanti.

    Nelle strutture balneari, il concessionario (tra l’altro) deve curare la manutenzione e la pulizia, dotarsi di contenitori per la raccolta differenziata, garantire l’accesso alle persone diversamente abili, esporre un cartello in almeno due lingue con i prezzi dei servizi resi.

    “Il rispetto delle regole è una condizione fondamentale per fare turismo e migliorare la nostra accoglienza – commenta Domenico Cogliando, consigliere comunale delegato al Turismo, Demanio e Pianificazione del territorio – La stagione estiva è ormai alle porte, ma per fare turismo dobbiamo rispettare le regole per un utilizzo civile delle nostre spiagge, salvaguardando l’ambiente ed esaltando ciò che di buono offre il nostro territorio”.

    “Stiamo registrando alcuni segnali molto positivi che fanno pensare a un incremento dei flussi turistici – aggiunge il consigliere – ma siamo consapevoli che servirà tempo per rilanciare una filiera turistica locale efficiente, con l’impegno congiunto della parte pubblica e dell’imprenditoria privata. Le mareggiate invernali hanno nuovamente modificato la nostra costa e ridotto in alcune zone la superficie dell’arenile, stiamo lavorando sul Piano spiaggia e il recupero degli accessi al mare, senza dimenticare le opere strategiche per lo sviluppo della zona costiera e la pulizia straordinaria di tutta la spiaggia come già fatto l’anno scorso”.

    “Sono iniziative complesse – continua Cogliandro – che saranno attuate con tempi diversi e secondo quanto previsto dalle normative vigenti, nel frattempo vogliamo fare di più in termini di accoglienza, abbiamo un mare pulito che l’Arpacal certifica come “eccellente” e scorci panoramici che rimangono impressi negli occhi di chi viene a trovarci”.

    “Serve la collaborazione di tutti – conclude il consigliere delegato – degli operatori turistici, dei commercianti, delle associazioni e delle istituzioni per creare un sistema di rete attraverso idee condivise di sviluppo”.

    Domenico Cogliandro POSTER Mare Sicuro

    Smile! you are on CityNow!