• Ore di attesa. L’incontro tra il nuovo DS Taibi e l’allenatore della Reggina Agenore Maurizi che avverrà a brevissima scadenza, secondo quelle che sono voci sempre più insistenti, dovrebbe portare all’addio del tecnico romano e quindi lasciare la società libera di indirizzare le scelte altrove.

    Dopo l’uscita apparsa ai più intempestiva di Taibi ancor prima di essere ufficializzato, nella quale ha tracciato il profilo del suo allenatore ideale e dichiarato di averne in mente tre o quattro, una sorta di frenata brusca, con i successivi interventi della società, a tutela di quell’allenatore ancora contrattizzato fino al 2019.

    Qualche giorno addietro il presidente ha ribadito: “Chi l’ha detto che Maurizi non possa non continuare? E’ stata un’ottima stagione la sua. Ancora nulla è deciso, ma ci sta pure che la società voglia perseguire un altro tipo di gioco. Guardando il risultato del campionato con i giovani, molte squadre lo vogliono”.

    Intervenuto a Replay su Teleuropa, il tecnico di Colleferro ha espresso il suo pensiero e chiarito la sua posizione: “A Reggio mi era stato prospettato un progetto di più anni, vedremo quali saranno le intenzioni della società in merito”.

    Due le ipotesi: la prima che la Reggina e Maurizi abbiano già parlato da tempo e trovato un accordo sulla separazione nonostante il contratto. La seconda, meno probabile, che tra l’incertezza delle parti, alla fine decida Taibi, dopo il confronto con il tecnico. Sarà questione di pochissimo.

    Smile! you are on CityNow!