• Ultimo arrivato, ma in grado di inserirsi subito, da giocatore esperto qual è, nel giovane gruppo a disposizione di Agenore Maurizi. Stiamo parlando, naturalmente, di Giovanni La Camera, ospite della web TV della Reggina 1914: “A Bisceglie abbiamo compiuto un passo importante, anche se non decisivo. Solo quando avremo la matematica certezza della salvezza potremo festeggiare. Era comunque importante dare un segnale, prima di tutto a noi stessi”.

    Il centrocampista prosegue l’analisi della gara di ieri: “Eravamo concentrati e non nego che, dopo il vantaggio, subire il pari un minuto dopo non è stato facile. Abbiamo messo in campo una grande forza mentale, riuscendo a portare a casa un risultato davvero importante. Penso che un giocatore esperto, poi, la pressione riesca a gestirla in modo diverso e riesca a dare un supporto che spesso va aldilà di gesti o parole”.

    La Camera, nativo di Messina, viene stuzzicato dai commenti dei tifosi sulle sue origini, in relazione alla rivalità fra le due sponde dello Stretto: “Si deve portare rispetto verso i colori che rappresenti, la gente che viene allo stadio e chi ti da il lavoro. Devo essere onesto, a parte qualche battuta di puro scherno da alcuni amici stretti, sono stato davvero bene da tutto l’ambiente ed è un bell’aspetto”.

    Sul proprio futuro, il giocatore è deciso nel rimandare qualsiasi discorso al termine della corsa salvezza della Reggina: “Sono grato a Maurizi ed al direttore, così come alla famiglia Praticò. Per mia natura, al momento sono concentrato solo ed esclusivamente sul raggiungimento della salvezza. Solamente quando arriveremo a questo traguardo, penserò al futuro”

    Così come Maurizi, anche l’ex Benevento ha espresso rammarico per l’allontanamento di Salvatore Basile: “Credo che quando ci si trova a contatto con una persona tutti i giorni, si instauri anche un rapporto che va aldilà del campo. C’è quindi, come ha dichiarato il mister, del dispiacere a livello umano. Anche perchè è stato proprio lui a contattarmi per portarmi alla Reggina”.

    In vista dell’Akragas, La Camera ha dichiarato di aspettarsi l’aiuto del pubblico: “Sarà una partita durissima, per noi è fondamentale avere il supporto del pubblico. Spero che ci sia una grande risposta dell’ambiente, sarà un match troppo importante”.

    Smile! you are on CityNow!