• Vacanze romane d’argento per Anna Fortunio. La judoka reggina della società sportiva Fortitudo 1903 non smette mai di sorprendere. Anche se nell’ultimo periodo è stata soggetta a vari infortuni, continua a salire sul tatami a denti stretti e a macinare successi. Questa la morale della cronaca degli eventi di questa domenica.

    La cornice è quella del Pala Pellicone di Ostia, tempio del Judo italiano, e la competizione è di quelle toste: la finale del Campionato Italiano Juniores.

    La categoria della reggina è la -78kg e le atlete partecipanti sono 17. Tra loro diverse sono quelle che, negli ultimi anni, presenziano nelle prima trenta posizioni del ranking nazionale e mondiale (la Fortunio attualmente è prima in quello nazionale e ottava in quello mondiale), tanto per capire la difficoltà della gara.

    Fin dal primo incontro da un lato Anna Fortunio e dall’altro la friulana Betty Vuk battono le avversarie, ma, in un incrocio di sguardi, si danno appuntamento per la sfida finale che puntualmente arriva. La prima contro la seconda del ranking, per l’oro e l’argento. L’incontro è duro, la reggina primeggia, resiste, ma uno scatto d’orgoglio porta l’oro alla friulana: per questa volta Fortunio si deve accontentare di un secondo ma pur sempre prestigioso posto.

    In gara anche Ivan Pizzimenti che nell’affollata categora -81Kg (40 atleti) ottiene il decimo posto e… la frattura di un dito della mano.

    Smile! you are on CityNow!