itspolistena

ITS Pegasus Polistena – Proficua visita al Consiglio Regionale della Calabria – VIDEO

  • di Domenico Suraci – Gli allievi del IV Corso per “Tecnico Superiore in Infomobilità ed Infrastrutture Logistiche” dell’ITS Pegasus di Polistena nell’ambito delle attività collaterali al percorso formativo hanno incontrato, nella sala riunione messa a disposizione dal Presidente Mario Oliverio presso la sede del Consiglio regionale a Reggio Calabria, l’Europarlamentare Andrea Cozzolino per programmare una visita istituzionale a Bruxelles che in modo cordiale, disponibile e con l’idee chiare ha accolto la delegazione pervenuta al Palazzo, per intensificare le già proficue relazioni che stanno permettendo agli studenti di apprendere, molto e bene su temi caldi quali l’industria 4.0, l’utilizzo dei droni, le smart road.

    Ai microfoni di CityNow l’anticipazione è sensazionale, si sta studiando, nell’ambito del progetto ITS 4.0, promosso dal MIUR e sviluppato in collaborazione con il dipartimento di Management dell’Univesità Ca’ Foscari di Venezia, lo sviluppo di una APP originale nel settore delle Tecnologie stradali con l’obiettivo di riuscire a depositare la domanda di brevetto. Gli allievi dell’ITS lavorano in collaborazione con il Responsabile del progetto SMART ROAD dell’ANAS, Ing. Luigi Carrarini. Con l’ANAS, l’ITS Pegasus ha siglato un accordo di collaborazione.

    Gli allievi dell’ITS sono chiamati ad affrontare lo sviluppo del progetto tramite la metodologia innovativa di approccio all’innovazione definita “design thinking” scommettendo sulla comprensione degli effettivi bisogni degli utenti della tecnologia, su strumenti di prototipazione efficace e low cost e su modelli pertinenti di valutazione economica.

    Non solo alta tecnologia. Gli allievi, accompagnati dal direttore dell’ITS Pegasus, dottor Domenico Napoli, parlano un linguaggio moderno in riferimento al porto di Gioia Tauro, cuore pulsante del mezzogiorno, alla Zes ed alle infrastrutture locali.

    Un’intera area dalla forza immensa che se gestita bene e con le giuste strategie da intraprendere,ad esempio avviando Start-Up in grado di utilizzare “fondi privati” ed andare avanti anche senza l’utilizzo di fondi ministeriali, grazie al merito ed alle competenze specifiche che questi ragazzi dimostrano di avere e che lasciano sperare siano la futura classe imprenditoriale, tecnicamente preparata e capace anche di gestire la  cosa pubblica in modo attento, oculato e produttivo.

    Smile! you are on CityNow!