• L’Università della Calabria si aggiudica un altro prestigioso premio internazionale. Protagonista dell’ambito riconoscimento è l’intelligenza artificiale.

    Le ricerche del dottore Giovanni Amendola, e dei professori Nicola Leone e Marco Manna, del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università della Calabria, sono state premiate qualche giorno fa a Melbourne nel corso della sessione plenaria della International Conference of Logic Programming (ICLP), la conferenza mondiale sulla Programmazione logica, con il «Best Student Paper Award».

    Di cosa si tratta? Molto semplicemente, ma con l’enorme prestigio scientifico che rappresenta, è il premio annualmente attribuito al miglior articolo nel campo della Programmazione logica (un settore fondamentale dell’Intelligenza Artificiale) a cui abbia partecipato uno studente di dottorato.

    A illustrare il lavoro è stato Giovanni Amendola, che ha recentemente conseguito il dottorato di ricerca sotto la guida del professore Nicola Leone, direttore del Dipartimento di Matematica e Informatica.

    L’articolo di Amendola, Leone e Manna, ricade nell’ambito del cosiddetto ontological reasoning dell’Intelligenza Artificiale, che fornisce metodi e strumenti informatici, basati sulla logica, per dedurre automaticamente nuova conoscenza dall’enorme mole di dati oggi disponibili grazie a Internet e Web.

    Quello australiano è il terzo premio consecutivo conquistato dal gruppo di ricerca del professore Leone alla conferenza mondiale di Programmazione Logica. Nel 2015 fu lo stesso Leone, insieme a Mario Alviano, suo ex studente ora professore all’Unical, a salire sul podio della ICLP, a Cork, in Irlanda.

    E l’anno scorso il Best Paper Award della conferenza fu attribuito a New York (USA) nuovamente al professore Alviano insieme al dottore Carmine Dodaro.

    La premiazione dello stesso gruppo di ricerca per il terzo anno consecutivo è un evento straordinario in quest’ambito scientifico, mai accaduto nella storia ultra-trentennale della conferenza, che conferma e rafforza la leadership internazionale raggiunta dal team del professore Leone in questo settore dell’Intelligenza Artificiale.

    Il gruppo di ricerca vanta altri importanti riconoscimenti. A livello nazionale si ricordano i premi per le migliori tesi di Italia in AI di Mario Alviano (2008), Carmine Dodaro (2012) e Annamaria Bria (2013), e il Premio Somalvico per il miglior giovane ricercatore in AI a Gianluigi Greco (2009); nonché il Best Paper Award alla conferenza italiana di Intelligenza Artificiale conseguito lo scorso anno a Genova da Francesco Calimeri, Davide Fuscà, Simona Perri e Jessica Zangari.

    A livello internazionale, invece, spiccano il prestigioso Mendelzon Test-Of-Time Award assegnato Nicola Leone insieme a Francesco Scarcello (New York, USA, 2009), la miglior dissertazione dottorale europea in AI di Mario Alviano (2012), l’AI Prominent Paper Award a Giovambattista Ianni (2013), il Kurt Goedel Research Prize a Gianluigi Greco (Vienna, Austria, 2014), la ECCAI Fellowship a Leone (Toulouse, Francia, 2012), nonché il Gems of PODS a Gianluigi Greco, Nicola Leone e Francesco Scarcello (San Francisco, USA, Giugno 2016).

    Smile! you are on CityNow!