• Sarà Rudy Park, tra i più grandi tenori al mondo, il protagonista più atteso dell’Aida di Giuseppe Verdi, in scena il 24 agosto al Teatro Antico di Taormina,nell’ambito della serata omaggio dedicata, a 10 anni dalla sua scomparsa, al compianto Giuseppe Di Stefano, uno dei più apprezzati tenori di tutti i tempi. La seconda edizione del Mythos Opera Festival si impreziosisce dunque della presenza dello stimato artista coreano, che interpreterà il ruolo di Radamès. La regia è affidata a Nino Strano, già aiuto regista di Franco Zeffirelli e Mauro Bolognini. “Rudy Park è considerato una delle voci più importanti degli ultimi anni – spiega Enrico Stinchelli, direttore artistico del Mythos Opera Festival – perché è un tenore lirico spinto, dotato di una voce straordinaria, enorme. La sua voce non si sentiva dai tempi di Mario Del Monaco e Franco Corelli, che sono tra l’altro i suoi idoli. E’ una voce rara. Oggi infatti abbondano i tenori leggeri, i tenori di Rossini, le voci più piccole. Lui invece ha una voce torrenziale, di bellissima qualità e adatta, per intenderci, ad opere come Aida, La forza del destino, Turandot”.

    Un ruolo, quello di Radamès, cucito su misura per l’artista coreano. “E’ un ruolo da tenore eroico e quindi ci vuole proprio quel tipo di voce – prosegue Stinchelli – Deve superare un’orchestra molto grande. E’ molto difficile trovare interpreti per il ruolo di Radamès, è considerato tra i ruoli più difficili da tenore del repertorio operistico, molto più di Turandot”. La presenza di Rudy Park rappresenta una conferma della grande qualità del Mythos Opera Festival. “E’ un tenore conteso, per intenderci, da Arena di Verona e da tutte le grandi stagioni di questo periodo – spiega ancora il direttore artistico – Farà prima La Cavalleria Rusticana e poi subito dopo l’Aida. Sono due ruoli per grandi voci. E quindi a Taormina, per la prima volta nel giro degli ultimi 16 anni, torna una grande ed importante voce. L’ultimo grande Radamès è stato nel 2002 Lando Bartolini, il grande Radamès del Metropolitan e della Scala. Aida è un’opera creata per le grandi voci quindi per noi è un acquisto importantissimo”.

     

    Smile! you are on CityNow!