• Ancora una volta, con la consueta originalità e qualità, il Laboratorio teatrale del Liceo Scientifico Leonardo da Vinci ha chiamato a raccolta una folla di appassionati, cultori del genere teatrale e nello specifico dei lavori messi in scena dagli straordinari allievi del Liceo. Cornice di questo evento è stato il nostro teatro cittadino Francesco Cilea, gremito fino all’inverosimile in tutti gli ordini diposti. Quest’anno gli  allievi, guidati dal Prof. Carmelo Cutrupi, direttore del Laboratorio e dalle Prof.sse Mila Lucisano e Marica Aragona, hanno scelto di misurarsi con un classico della letteratura mondiale Il giro del mondo in 80 giorni diJules Verne. Come da tradizionesi è voluto attualizzare e dinamizzare la nota storia, inserendo quadri e contesti, del tutto originali e rendendo coinvolgenti e sorprendenti tutti e due gli atti della rappresentazione.

    Mister Fogg ed il suo maggiordomo  Passpartout hanno condotto per il mondo gli affascinati spettatori; gli allievi, con una magistrale tecnica drammatica, hanno proposto al pubblico vicende dal sapore dolce-amaro, riuscendo a muovere tanto il riso quanto la commozione. Giusto per dare un esempio dello spessore della rappresentazione, si è passati dalla meravigliosa recitazione de La Ginestra leopardiana ad un pittoresco quadro dei vicoli napoletani, passando per la Cina della Principessa Turandot, per arrivare alla Corte del Grande Gatsby nella New York degli anni Trenta.  Canti, danze,  contributi filmici e scenografie studiate hanno completato la messa in scena, ottenendo così che la recitazione fosse dinamica e vivace, come solo quella dei RAGAZZI sa e deve essere.  

    Quello a cui si è assistito, è stato precisato dalla Dirigente Scolastica Dott.ssa Giuseppina Princi, è stato solo il momento finale di un lungo e meticoloso lavoro, che ha impegnato i docenti ed i numerosissimi allievi(il laboratorio ne conta più di 100) addirittura a partire dallo scorso anno scolastico.    

    Il teatro, come è stato precisato dai Professori Cutrupi e Lucisano, èstato visto come un’altissima opportunità educativa e formativa. Si è molto lavorato a che ragazzi, tanto quelli che si sono esibiti, quanto coloro che hanno lavorato dietro le quinte, in questi lunghi mesi, crescessero e maturassero, misurandosi con le difficoltà, la fatica di conciliare lo studio e le prove, la responsabilità di un ruolo e non ultimo il sentirsi parte di un TUTTO, in cui hanno trovato FORZA e MOTIVAZIONE.         

    Il lavoro  è stato dunque complesso e profondo e ha anche inteso stimolare in ciascuno dei  ragazzi il senso critico e la profondità del sentirsi CITTADINI DEL MONDO.  Straordinarie per maestria di progettazione ed esecuzione le scenografie curate dalle Prof.sse Santina Bevacqua e Concetta Comi; suggestivi i costumi realizzati dalla Prof.ssa Mirella CuratolaE non sono mancati in questa pregevolissima opera i coup de atre; sul palco si è palesata finanche la Regina Elisabetta, che accompagnata dall’Inno Inglese, ha rimesso ordine nell’intricata vicenda della scommessa da vincere e, con un perfetto stile britishottenuto grazie agli esperti consigli della Prof.ssa Daniela Borrello, ha insignito del titolo di Sir Mister Fogg…e udite udite…anche i BEATLES. Sì, perché in questo caleidoscopio dalle brillanti tinte, abbiamo potuto assistere anche ad un’inconsueta performance del prestigioso Gruppo inglese, che con musica live ha fatto ballare tutti, ma proprio tutti anche  i divertiti ed appassionati Professori.

    Insomma, non c’è che auspicare che tutto questa meraviglia si possa ripetere e che la bellissima mongolfiera apparsa in scena possa di nuovo librarsi nell’aria. 

    image2

                                     

    Smile! you are on CityNow!