• Lo scorso 28 settembre 2018 rappresenta una data storica per il movimento paralimpico calabrese. Reggio Calabria, grazie ad una scommessa vinta dal Presidente Nazionale Luca Pancalli, è stata protagonista assieme a Roma e Milano della dodicesima Giornata Paralimpica Nazionale.

    La prestigiosa cornice del Lungomare Falcomatà e dell’Arena Ciccio Franco hanno accolto per quella giornata migliaia di sportivi provenienti da tutta la regione, dalla Sicilia e della Puglia.

    Nonostante la giornata non fosse iniziata nel migliore dei modi, a causa della forte scossa di terremoto che ha colpito l’ area di Palmi ed è stata avvertita anche a Reggio, la manifestazione si è avviata di buon mattino con il taglio del nastro del villaggio allestito sul Lungomare con il sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà e il presidente del Comitato Paralimpico Antonello Scagliola, che hanno aperto le iniziative previste nella giornata.

    Folta la rappresentanza istituzionale presente all’iniziativa: tra gli altri hanno preso parte alla Giornata dello Sport Paralimpico la direttrice Inail Calabria Caterina Crupi, Gianpaolo Latella delegato del Presidente del Consiglio Regionale Nicola Irto, il delegato regionale  allo Sport Giovanni Nucera,  il delegato allo Sport di Città Metropolitana Demetrio Marino e del Comune di Reggio Calabria Giovanni Latella, il Vicesindaco di Vibo Valentia Raimondo Bellentoni, la delegata allo Sport del Comune di Pizzo Giorgia Andolfi, il delegato allo Sport del Comune di Palmi Giuseppe Magazzù, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Palmi Alessia Avventuroso, l’Assessore allo Sport del Comune di Stefaconi Emanuele Franzè, per il Coni la componente di Giunta Irene Pignata ed il Direttore della Scuola dello Sport Demetrio Albino. Presenti anche la Delegata provinciale Coni Marisa Lanucara ed il segretario Walter Malacrino, le forze armate la Croce Rossa  l’ Università Mediterranea, l’Unitalsi le Associazioni impegnate sul terriorio. Oltre agli atleti Vincenzo Boni,  Ilaria D’Anna, Anna Barbaro, Enza Petrilli, Salvatore Parisi, Antonello Catalano, Domenica Calandruccio e dietro loro i 2500 ragazzi festanti  i veri protagonisti della splendida giornata che in maniera composta ed allegra hanno sfilato sul Lungomare fino all’Arena. Un’ emozione unica, a detta dei partecipanti, la vera differenza era rappresentata solo dai colori sgargianti delle maglie.

    Una volta arrivati all’Arena dopo i saluti di rito sono stati invasi i campi, ragazzi felici e festanti hanno provato le diciannove discipline presenti: un chilometro di sport e divertimento che dalle 9 alle 18 ha visto protagonista  unico l’integrazione quella tra giovani, cittadini e forze armate che con fare discreto hanno garantito anche l’ ordine pubblico il 500 Club ed il Vespa club Campione d’ Italia.

    Ma non è stato solo sport l’importanza della giornata è stata fatta anche da incontri, quello con la Polizia Stradale sul tema prevenzione incidenti (a proposito è utile ricordare che la Polizia Stradale donerà al cip Calabria una sedia a rotelle) quello con le associazioni per gettare le basi di una duratura attività sportiva, quello con l’ Inail partner storico del Comitato Paralimpico sin dal 1958 quando appunto attraverso Inail si è iniziata l’ attività paralimpica. A Reggio la Dott.ssa Crupi ha affermato durante la cerimonia di  apertura dell’open day che già da subito verranno messe a disposizione delle delegazioni e sedi presso le loro delegazioni provinciali ribadendo inoltre che attraverso lo sport si facilita i reinserimento dei loro assistiti, come nel caso della campionessa Cip Bebe Vio, da qui l’ importanza del connubio Cip Inail.

    Ma torniamo sui campi dal torball dove i ragazzi della scuola allievi sono stati sonoramente sconfitti dalla squadra reggina Vice campione italiana,  alle bocce  con un’ attraente gioco di precisione molto gettonato, al basket in carrozzina che ha visto anche la presenza degli atleti della Viola Basket che in sfide rocambolesche  si sono cimentati con i campioni del Bic Reggio ed i pugliesi del Bic Bari oltre le gare tra i giovani, le corsie di atletica protagoniste di sfide epocali tra giovani e meno giovani.

    L’ area sport equestri area ippo terapia , che ha visto la presenza di 4 pony ed un cavallo, nello stand si è evidenziato quali sono i benefici notevoli di questa terapia. L’ area tiro che tra l’ arco e la carabina sono stati da attrattiva per molti. Gli sport da combattimento ha messo in luce giovani e giovanissimi all’ insegna dell’ integrazione. Purtroppo sono state penalizzati gli sport di mare che condizioni meteo avverse vento 13km non ha consentito di poter fare attività. E passiamo all’area avviamento dove attraverso giochi di abilita’ si evidenziano le capacita’  coordinative. Calabria contro Sicilia nell’ area tennistavolo e in infine  partite dodici siciliani hanno sfidato dodici calabresi e’ finita in parita’.

    Il palco ha visto le meravigliose evoluzioni di agi 2000 e cio’ che la danza puo’ dare. Sfida a colpi di racchetta anche nell’ area tennis tra tutti si proprio tutti

    Anche a futsal nell’ area decathlon partite mozzafiato anche qui tra tutti  e l’area pesistica.

    Dulcis in fundo ecco i protagonisti: Lucia Farina instancabile addetta stampa,  Maurizio Marrara l’ architetto che si e’ occupato della logistica, Domenico Pugliatti che assieme a rossella Giarmoleo si e’ occupato dei trasporti, Saverio Neri alla contabilita’, Stefano Muraca che assieme Deburah Granata ha coordinato l’ area di cosenza, Giovanni Giarmoleo che e’ stato il braccio destro e… sinistro del presidente, Giuseppe La Face che ha coordinato le attivita’ sui campi, Elisabetta Carioti che se avesse avuto un altro bus lo avrebbe riempito ottimo lavoro con le amministrazioni del Vibonese, Deborah Tremenda Granata grande impegno e dedizione hanno fatto si che la squadra di Cosenza fosse presente , Venturino pugliese che dalla lontana Crotone ha fatto arrivare una grande delegazione, Francesco Gualtieri che da Soverato  da entusiasmo al movimento locale permettendo ai ragazzi di essere presente Fabio Giordano ha farro da collante tra le associazioni reggine ed il comitato paralimpico ebbene dirlo che al suo invito hanno risposto tutti proprio tutti  ha organizzato alla perfezione l’ openday con  Inail, Tina Spizzirri che e’ riuscita a far partecipare una scolaresca da Cosenza. Ed ancora grazie a Valentina Colella, Angelina Cantaffio, Gianluca Cortese, Pierpaola Gatto.

    Il comitato paralimpico ringrazia i partner, lo staff di Decathlon Gioia Tauro, Mangiatorella, il consorzio del bergamotto di Reggio Calabria nella persona del suo presidente Ezio Pizzi.

    Smile! you are on CityNow!