• Tornano gli esperti del Planetario Pythagoras sulla terrazza panoramica del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria.
    Il 12 agosto, per l’apertura serale del sabato, è prevista la conferenza dal titolo “Polvere di stelle” a cura del Professor Roberto Buonanno, già presidente della società astronomica italiana.
    Una riflessione dedicata alle Perseidi, i meteoriti dovuti al passaggio annuale della cometa Swift – Tuttle: i piccoli frammenti dell’oggetto celeste, in contatto con la nostra atmosfera, generano il fenomeno delle stelle cadenti che, nel mese di agosto, sono associate, nell’immaginario collettivo, alla notte di San Lorenzo.
    «Una straordinaria opportunità per scoprire il valore del patrimonio artistico conservato in Museo – commenta il Direttore Malacrino- che si unisce alla possibilità, suggestiva, di ammirare il cielo con i telescopi del Planetario. Astronomia e arte in un binomio vincente che ha, quale unico obiettivo, produrre cultura e diffondere la conoscenza – aggiunge- ma anche regalare un momento magico a tutti coloro che sceglieranno di trascorrere il loro weekend a Reggio Calabria».
    Il team della professoressa Angela Misiano, responsabile della struttura di Via Salita Zerbi, dopo l’esperienza del mese di luglio, tornerà al Museo il 2 settembre per l’osservazione del cielo di fine estate.
    In Piazza Orsi, invece, la mostra “Aromata. Profumi e unguenti dell’antichità”, a cura di Carmelo Malacrino e Damiano Pisarra, allestita sino al prossimo 10 settembre.
    «È un’esposizione attraverso la quale si vuole condurre il visitatore alla scoperta della profumeria nel mondo classico- ha spiegato Malacrino durante nella serata inaugurale di ieri. Reperti e oggetti di manifattura magno- greca e romana afferibili alla bellezza e alla cura del corpo, provenienti dalla collezione permanente e dai depositi del Museo, seguendo – continua il Direttore – la volontà del Ministero dei Beni culturali di far conoscere il patrimonio artistico italiano».
    Ieri sera prima uscita pubblica per il nuovo soprintendente per l’Archeologia, le Belle Arti e il Paesaggio, Annamaria Guiducci che ha espresso la volontà di consolidare le sinergie con il MArRC nell’interesse del patrimonio artistico della Calabria.
    Presenti anche per il Comune gli assessori Irene Calabrò, con delega al ramo, e Luisa Nucera per le Politiche Sociali.
    Domani, come di consueto, l’apertura serale sarà fino alle 23.00 con ultimo ingresso alle 22.30.
    Dalle 20.00 ingresso a 3 euro, con la possibilità di ammirare anche l’area archeologica della necropoli ellenistica nei sotterranei del Museo.

    Smile! you are on CityNow!