• Dopo diversi anni di lavoro è stata attivata  la “Banca delle Terre Agricole”. Cordopatri e Barbaro plaudono alla notizia – finalmente i terreni incolti di proprietà pubblica, saranno nella disponibilità dei Giovani che vogliono fare Impresa Agricola, ricordando che non vi è Azienda Agricola senza proprietà terriera!

    Dal cinque dicembre infatti, con una mirabile iniziativa coordinata su più livelli, ISMEA ha attivato sul proprio sito, la piattaforma virtuale attraverso la quale prender facilmente visione delle caratteristiche delle terre statali in vendita e farne richiesta.  Con questo importante strumento – continua Cordopatri- Pres. Prov. di Reggio Calabria – sarà possibile consegnare ai giovani, per cominciare, circa 8000 ettari di terre statali distribuite sul Territorio nazionale. Di questi, 143 ettari circa, sono disponibili sul Territorio Reggino. Questo traguardo è in linea con le nostre storiche battaglie, prime tra tutte la valorizzazione del patrimonio agricolo e delle energie dei giovani. Occorrono segnali del genere per dar seguito al crescente fenomeno del ritorno alla Terra. Con esso, catalizzato dall’azione di noi giovani, si rinsalda il legame che esiste tra gli agricoltori, la tutela del Territorio, dei Paesaggi e della Biodiversità.

    Giuseppe Barbaro, Pres. Reg.le – afferma, che le Az. Agricole condotte da giovani sposano al meglio l’innovazione e la tradizione e rappresentano al meglio la Calabria agroalimentare. A livello Regionale sono circa 607 gli ettari distribuiti sul territorio che saranno adesso fruibili e valorizzabili dai giovani, producendo così occupazione. Dal canto nostro – conclude Barbaro – non temiamo di incorrere in errore dicendo che siamo stati determinati a focalizzare le attenzioni su questa tematica. Da diversi anni infatti, ci battiamo per l’assegnazione delle terre statali ai giovani. Grazie anche alla sensibilità dimostrata dall’On. Mauro d’Acri, in passato abbiamo conseguito importanti vittorie, tra cui l’approvazione da parte del Consiglio Regionale della proposta di “Disposizioni per favorire l’accesso dei giovani al settore primario e contrastare l’abbandono e il consumo dei suoli agricoli”. Concludono Barbaro e Cordopatri–  che la Banca delle Terre Agricole, è un importante valore aggiunto alla nostra economia. In futuro, questo valore, si auspica possa essere ulteriormente incrementabile con ulteriori Terreni.

    Fonte: Giovani di Confagricoltura- ANGA

    Smile! you are on CityNow!