antonino-monteleone-piazzapulita-intervista-blogo-x

Il giornalista reggino Antonino Monteleone approda a “Le Iene”: “Una ripartenza, con molte incognite e rischi”

  • Il giornalista Antonino Monteleone, originario di Reggio Calabria, dopo anni di Report e Piazzapulita, da questa stagione entra a far parte della squadra di Le Iene.

    Di seguito il post di Antonino Monteleone pubblicato qualche ora fa sul suo profilo FB.

    Dalla sua nascita e per molti anni a seguire Piazzapulita – LA7 è stata la mia casa.
    Il tempo passato a Report (e il mio ritorno a Piazzapulita) mi hanno reso quello che sono. In queste due squadre sono stato, per molti anni, il più giovane tra i giovani.

    Ho messo a frutto le cose che, a fatica, Alessandro Sortino ha cercato di farmi entrare in testa.
    E le ho perfezionate grazie alla passione maniacale di una persona, Corrado Formigli, che si è sempre comportato come un fratello maggiore.
    Un inviato con più esperienza in mezzo ad altri inviati.
    Mi ha incoraggiato a coltivare quello che per lui è il mio talento. Mi ha tirato le orecchie ogni volta che si è reso necessario.

    Amo la TV. In primo luogo da spettatore. E poi amo l’odore degli studi televisivi. Lo sfrigolio delle luci. La scenografia. Le persone che ci lavorano. L’atmosfera che si respira.

    Grazie a Piazzapulita ho vissuto le più belle esperienze professionali sia per le strade e i luoghi di questo Paese complicato che è l’Italia. Sia dentro uno studio televisivo: dietro le quinte e in diretta. Di tutto questo sono (e sarò sempre!) immensamente grato.

    Ho talmente vissuto bene in questi anni che gli inviati; la redazione; gli autori; la squadra di produzione di Magnolia S.p.A. capitanata da Flaminia Sacerdote; sono diventati la mia famiglia. E la mia “comfort zone”.

    Per questo motivo ho deciso di rinnovare l’entusiasmo che mi lega a questo lavoro complicato; faticoso; totalizzante; delegittimato; uscendo dalla mia stramaledetta “comfort zone”.

    Dalla prossima stagione televisiva farò parte della squadra de Le Iene
    Quindi chi in questi anni ha seguito il mio lavoro a La7, dovrà fare uno passetto indietro col telecomando e cercarmi su Italia1.

    Sono fortunato, molto fortunato, perché la squadra che lascio ha molte cose in comune con la squadra che mi sta accogliendo.

    Entrambe sono l’elite del racconto televisivo della società italiana (e non solo) ognuna nel suo genere e per il pubblico di riferimento (così non apriamo la questione “talk-notalk).
    Altra cosa in comune. Sono due contesti altamente competitivi, dove non ti regala niente nessuno. Ma sei circondato da persone che possono insegnarti qualcosa.

    Per me è una specie di ripartenza, con molte incognite e molti rischi.

    Continuerò a fare quello che so fare meglio, al meglio delle mie capacità.
    E ogni tanto mi toccherà di sbagliare, come succede a tutti.
    Ma continuerò a lavorare con il ❤️

    In bocca al lupo agli amici che lascio e a quelli che trovo.
    In bocca al lupo a me!

    Ci vediamo il primo ottobre. 😎

    p.s.: grazie agli amici di TvBlog.it 
    non merito tante belle parole! 🙂

    Smile! you are on CityNow!