• In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio organizzate dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino (www.bnto.librari.beniculturali.it) con la collaborazione dell’Associazione ABNUT- Amici Biblioteca Universitaria Torino (www.abnut.it), il patrocinio della Regione Piemonte e il sostegno MiBACT, verrà presentato il progetto editoriale multimediale Genti di Calabria. 
     
    L’incontro con gli autori Pino Bertelli (pinobertelli.it) e Francesco Mazza (youtube.com/FrancescoMazza) si terrà il 24 settembre prossimo presso l’Auditorium Vivaldi alle ore 21:00 alla presenza del Generale Cravarezza presidente di ABNUT. Genti di Calabria  s’inserisce perfettamente nell’argomento “Cultura e Natura” deciso per le giornate torinesi, proponendo una Calabria inedita, raccontata attraverso gli scatti del maestro Bertelli. Una Calabria che non ha bisogno di foto da cartolina per far vedere la sua ricchezza, bastano i volti del suo popolo, gente ordinaria e per tale motivo di straordinaria bellezza: 180 persone, 180 calabresi attraverso cui riscoprire una terra del sud pronta a combattere pregiudizi e luoghi comuni. Durante la serata verrà proiettato il docufilm Pino Bertelli- I colori del cielo con la regia di Francesco Mazza, sofisticata pellicola a complemento dell’Atlante fotografico di geografia umana. Omaggiando il grande  Pier Paolo Pasolini  e i suoi Comizi d’amore,  Pino Bertelli passeggia nei colori del cielo calabrese affrontando con le persone temi di attualità come il rapporto uomo-donna, l’omosessualità, l’immigrazione. Ne emerge uno spaccato sociale e antropologico assolutamente inedito e di grande onestà intellettuale.
     
    Genti di Calabria ha già conquistato il Salone del libro, il Moby Dick di Tuscania e la città di Colonia e non arresta la sua corsa, sono, infatti, in progetto tante altri appuntamenti ed eventi per continuare a far parlare di Calabria, quella vera, di pensiero meridiano, di cultura e di amore per l’altro.
     
     
    Pino Bertelli è nato in una città-fabbrica della Toscana, tra Il mio corpo ti scalderà e Roma città aperta. Dottore in niente, fotografo di strada, film-maker, critico di cinema e fotografia. I suoi lavori sono affabulati su tematiche della diversità, dell’emarginazione, dell’accoglienza, della migrazione, della libertà, dell’amore dell’uomo per l’uomo come utopia possibile. È uno dei punti centrali della critica radicale neo-situazionista italiana.
     
    Francesco Mazza nasce a Reggio Calabria, regista, produttore, filmaker, curatore di mostre fotografiche,concorsi e workshop. La sua carriera inizia a 20 anni: con una moviola super/8 riprende e monta matrimoni. La sua passione per il cinema nasce insieme alla sua attività impredintoriale, tra le prime in Italia, di noleggio film super8. Fonda così la Cine Sud. Come regista ha sempre cercato di riportare su pellicola il vero e la bellezza, le cose che gli stanno più a cuore.
     
    Per maggiori informazioni:
    Sito progetto: gentidicalabria.it
    Cartella stampa: gentidicalabria.it/stampa
    Smile! you are on CityNow!