Con il concerto del Kinga Glyk Trio, si è conclusa la sesta edizione del Play Music Festival, che anche quest’anno si è svolto al Miramare. I ‘Fili Sottili’ della musica il tema alla base dei tre concerti-evento, che hanno visto l’Ivan Mazuze Quartet e gli Urban Fabula & Fabrizio Bosso esibirsi prima della giovane bassista polacca.

Appena ventenne, Kinga (accompagnata dalle tastiere di Rafal Stepien e dalle percussioni del padre Irek Glyk) ha dato evidente conferma del talento che ne fanno una degli astri nascenti della scena jazz-blues europea. Nel 2015 ha ottenuto riconoscimenti dalle due più importanti riviste di jazz polacche (Jazz Top e Blues Top) mentre nel 2016 ha registrato il suo secondo album dal vivo intitolato ‘Happy Birthday’.

Sin dalle prime note, Kinga Glyk ha dato ampio sfoggio delle proprie capacità. Il basso ha ‘preso vita’ dall’energia straripante della giovane polacca. Alternando momenti vivaci con atmosfere più intime, il ‘Kinga Glyk Trio’ non si è mai ‘sovrapposto’. Sempre ideale la perfetta unione tra gli strumenti, al contempo ugualmente azzeccate le varie ‘incursioni’ solitarie di tastiere, percussioni e basso.

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Locali consigliati