Nel corso di una breve cerimonia, svoltasi nella villetta di S. Caterina alla presenza di Maria Teresa Longo, direttrice del carcere di Arghillà e del Presidente del Tribunale di Sorveglianza, Vincenzo Pedone, il Sindaco Falcomatà ha consegnato a tre detenuti che hanno deciso, in modo volontario, di svolgere alcuni servizi alla collettività, la pettorina di lavoro suggellando così l’intesa con la struttura carceraria cittadina. Si tratta di una straordinaria occasione di giustizia riparativa perchè offre, ai detenuti ristretti nel carcere di Arghillà, un’importante occasione e opportunità per favorire reali condizioni di un loro recupero e reinserimento sociale.”

Il progetto, conseguente alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra il Comune di Reggio Calabria e la struttura carceraria cittadina, costituisce un segnale evidente e tangibile dell’impegno e dell’attenzione che l’Amministrazione Comunale ha inteso dedicare a quei detenuti che devono scontare una pena per avere violato la legge, ma che, avvedutasi, avvertono prepotentemente il bisogno di reinserirsi nel contesto sociale e di affermare il valore della legalità e del rispetto delle regole.

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Locali consigliati