• di Francesco Romeo – Al debutto con la nuova sport prototipo di casa, la bellissima Elia St09 Evo 18, il veterano Franco Ferragina non delude le attese della vigilia e bissa il successo già centrato nel 2016, centrato con la precedente versione della sport car costruita a Simeri Crichi (Cz). Un successo tutto calabrese quindi, che ha mostrato una volta ancora il livello tecnico ed agonistico delle realtà di questa regione. Secondo assoluto ed acclamatissimo da tutti i presenti, il giovanissimo sinopolese Gaetano Rechichi, alla sua prima cronoscalata in assoluto con una vettura sport, l’anziana ma affidabile Ermolli Suzuki di Gaetano Piria.

    Dopo i campionati regionali vinti con kart e vetture turismo, arriva per lui anche la consacrazione su una salita impegnativa e probante come la Santo Stefano-Gambarie, fra le più belle del panorama agonistico nazionale. Terzo assoluto il siciliano Rosario Alessi su Peugeot 106 di gruppo E1-1600, alla sua prima partecipazione alla classica aspromontana. Fra le scuderie, vittoria per il Team Piloti per Passione, fondato e diretto da Giuseppe Denisi, figura molto impegnata nel motorsport reggino ormai da decenni.

    Quaranta i piloti alla partenza e tre le manche complessive, fra la doppia sessione di prove del sabato e la gara della domenica. Univoco l’impegno del Presidente dell’Aci Rc Santo Alfonso Martorano, del direttore Sandra Pagani, della Città Metropolitana, rappresentata dal consigliere Demetrio Marino e del sindaco di Santo Stefano d’Aspromonte, Franco Malara: riportare già dal 2019 la Santo Stefano-Gambarie ai fasti del passato, quando la cronoscalata reggina vantava record nazionali ed europei di partecipazione, con un roster di piloti alla partenza di eccezionale spessore.

    34530398_10213790622297053_3683635553896497152_n

    Smile! you are on CityNow!