•  

    E’ Giulia Polimeni, alunna della 2.a D della media Pirandello, la vincitrice della prima edizione del Festival Canoro “La scuola che inCanta” promosso dall’ic Falcomatà Archi per diffondere la cultura della musica e la pratica degli strumenti musicali nella scuola. Al secondo e terzo posto sono arrivati Luca Barillà, della 4.a B scuola elementare di Santa Caterina, e Gebs Aquila della 5.a A scuola elementare di San Brunello.

    A decretarlo ieri sera venerdì 8 giugno 2018,  è stata una giuria tecnica composta da docenti ed esperti di musica, a conclusione di uno spettacolo molto applaudito, seguito da un folto pubblico di genitori e alunni e docenti della scuola reggina, e di numerosi abitanti del popoloso rione di Santa Caterina, condotto e diretto dal professore Martino Parisi, docente di musica della Falcomatà Archi.

    Uno spettacolo che ha concluso un anno scolastico denso di attività per la scuola reggina, articolato in due serate: la prima, il 7 giugno, di qualificazione degli oltre 65 alunni iscritti, ripartiti in 35 formazioni artistiche; e la finale di venerdì sera, che ha visto l’esibizione di 14 formazioni. Tutti i ragazzi partecipanti a fine spettacolo hanno ricevuto dalle mani della dirigente della scuola dottoressa Serafina Corrado, una artistica medaglia e un attestato di certificazione di eccellenti competenze nella musica e nelle espressioni teatrali, tra cui quelle in interpretazione e maturazione espressivo-emotiva.

    Alla serata finale ospite d’onore è stata l’assessore all’istruzione del Comune di Reggio Calabria Anna Nucera nella veste anche di dirigente scolastica, che ha espresso pieno apprezzamento per l’iniziativa organizzata della Falcomatà Archi, che ha definito “scuola d’eccellenza” per le diverse e numerose attività formative condotte negli anni, come attestato anche dalla scelta fatta dal  Ministero dell’Istruzione di indicarla quale “scuola polo” per la diffusione a Reggio e in Calabria delle attività e delle competenze musicali. Una “scuola di grande valenza – ha affermato l’assessore Anna Nucera rivolgendosi alla dirigente Serafina Corrado –  che riesce a creare nei ragazzi ampi spazi per sperimentare le loro potenzialità nella musica e nel teatro. E sempre presente nel territorio, collaborativa nella comunità cittadina per svilupparne la crescita civile, culturale e sociale”.

    Nell’introdurre lo spettacolo  il professore Martino Parisi ha posto l’accento sulla “magia che suscita la musica soprattutto tra i giovani e i ragazzi”, e dunque, come il Festival “La scuola che inCanta” promossa dall’ic Falcomatò Archi per gli alunni che la frequentano, sia l’occasione propizia “a costruire una cittadinanza attiva, ed una competizione musicale “finalizzata a promuovere ed incrementare i momenti di condivisione e di “amicizia” tesi a riconoscere l’altro come valore e non come avversario”.

    Significativo il fatto che la giuria sia stata composta dalla dirigente scolastica Marisa Monterosso, alla guida dell’ic “Corrado Alvaro” di Reggio,  dalla presidente e dal direttore del Conservatorio musicale “Francesco Cilea” di Reggio Calabria, professoresse Cettina Nicolosi e Mariella Grande, delle docenti dello stesso Conservatorio, le soprano Liliana Marzano e Rita De Matteis, e la caporedattrice della testata web “ApprodoNews.It”, Teresa Cosmano. La vincitrice del Primo Festival Canoro, Giulia Polimeni si è imposta interpretando in modo emozionante la ballata pop “Unbreak my heart” di Toni Braxton, davanti a Luca Barillà interprete spiritoso de “Il Mago” del giovane rapper Mudimbi, e Gebs Aquila struggente esecutore del brano “Un bambino nel tempo” di Eros Ramazzotti. Ottimo quarto posto per Benedetta Gangemi della 3 A della media Klearkos di Archi,  che con tanta passione ha interpretato “Someone like you” della cantautrice britannica Adele.

    Smile! you are on CityNow!