• Grande successo per le ferie solidali al Comune di Reggio Calabria. La proposta presentata lo scorso 8 marzo, su iniziativa diretta del sindaco Falcomatà alla presenza dei sindacati e degli operatori del diritto, attuava la banca ore solidale.

    Si tratta della costituzione di un tesoretto a tempo, alimentato dalla cessione di minuti e ore di lavoro da parte dei dipendenti a favore dei colleghi che si trovano nella necessità di assistere figli minori che per la particolari condizioni di salute hanno bisogno di cure costanti.

    E’ uno tentativo pionieristico nella pubblica amministrazione, che porta a realizzare quanto previsto dall’art 24 del Jobs Act, norma che tuttavia, rimanda a tutt’oggi ai fini della sua totale applicazione, all’integrazione della contrattazione nazionale di comparto.

    In realtà nel settore privato alcune grandi aziende hanno già previsto sperimentazioni attuative, all’interno dei contratti, ma il dato rilevante è che, a poco più di un mese dal lancio, i dipendenti del Comune non hanno tardato a rispondere concretamente.

    Secondo i dati riportati all’interno della banca ore on line dei dipendenti comunali, la banca ore solidale oggi ha portato alla raccolta complessiva di 83 ore e 15 minuti. Si tratta di un accantonamento di disponibilità oraria che cresce di giorno in giorno.

    « E’ un tesoretto non di poco conto – afferma il vice sindaco con delega al personale Armando Neri – che dimostra che l’iniziativa di frontiera per una pubblica amministrazione ha trovato riscontro e un humus fertile per i lavoratori, in quanto ha interpretato bisogni reali e sentiti ».

    « Adesso si tratta di spingere oltre questa bella pagina di condivisione e solidarietà per i lavoratori- conclude Neri – alimentando il dibattito e proponendo azioni congiunte che possano integrare l’attuazione di quelle sinergie che portino presto a poter usufruire del beneficio ».

    Comments are closed.

    Smile! you are on CityNow!