• “L’ECOFEMMINISMO IN ITALIA – Le radici di una rivoluzione necessaria”
    Un percorso politico che inizia nel 1985 con la costruzione delle prime Liste Verdi e si intreccia con quello antinucleare e pacifista; dove si forma la resistenza nonviolenta, ma implacabile all’etnocentrismo, al patriarcato, al capitalismo cieco e alla scienza opportunista, creando nuove pratiche politiche, stili di vita originali e, soprattutto, una cultura forte in grado di reggere l’impatto con la globalizzazione e con la crisi: la cultura ecofemminista, sinergia originale di una battaglia per la difesa dei valori e dei diritti delle donne, della Natura e della vita. Archivio di una memoria fatta di testimonianze dirette, parole, idee, azioni concrete, interviste, articoli, convegni, dibattiti, leggi, questo volume collettivo custodisce e tramanda l’impegno di tutte quelle donne che, sostenendo l’importanza di una prospettiva femminile nella politica come nella quotidianità, hanno portato avanti battaglie e stimolato riflessioni che ancora oggi si pongono come un’alternativa, verde e rosa, all’inquinamento reale e ideologico che sta minacciando la nostra Madre Terra.

    Laura Cima: femminista ed ecologista, ha partecipato al movimento antinucleare ed è stata eletta deputata verde nel 1987, diventando poi, il primo caso in Italia, Presidente di un direttivo di sole donne. Viene riconfermata alla Camera con i Verdi nel 2001, ed è Vicesindaca di Moncalieri nel 1993. Ha fatto parte della Commissione per la parità per la Presidenza del Consiglio ed è stata consigliera di parità per la Provincia di Torino. Oggi è Presidentessa di “Primalepersone”. Il suo blog è www.lauracima.it

    Share on FacebookTweet about this on Twitter

    Locali consigliati