• L’under 19 e la Juniores brillano contro i rispettivi pari età.

    Due vittorie, due, e morale alle stelle per i giovani del Cataforio. Domenica e lunedì il gruppo allenato da Giovanni Quattrone è riuscito ad imporsi in entrambi gli impegni di campionato. Riavvolgendo il nastro, domenica mattina, la formazione Under 19 ha trovato i primi tre punti stagionali. “A differenza delle altre partite – spiega l’allenatore dei bianconeri – siamo rimasti concentrati fino all’ultimo istante di gara. Bravi a non risentire psicologicamente di un Policoro mai domo che ha sempre risposto colpo su colpo”. Il primo tempo si era infatti concluso sul 3-1 in favore degli ospiti; la ripresa ha visto il ritorno dei padroni di casa e, con una girandola di gol e di emozioni, il punteggio è stato caratterizzato da un continuo “botta e risposta”. Bravo il Cataforio a non mollare e di riuscire a mantenere sul +2 gli avversari, fino al 4-6 definitivo. In gol Alessio Labate (per il quale mister Quattrone non ha risparmiato gli elogi), Andrea Labate e Quattrone, tutti con una doppietta a testa.

    Per quanto riguarda la Juniores invece, sul sintetico del “Mirabella” di Vito, Panella e compagni hanno sconfitto la Maestrelli. Squadra ostica da affrontare che ha prediletto la difesa, tentando poi di riparitre in contropiede. Proprio su questo leitmotive si è disputata la gara di lunedì sera, che ha visto alla fine trionfare il Cataforio per 3-1. Il primo tempo si è sbloccato con il tiro da fuori area di Iracà ed il raddoppio successivo di Quattrone che da due passi non ha lasciato scampo al portiere locale (con la sfera che ha toccato il palo prima di adagiarsi in fondo al sacco). Nella ripresa c’è stato qualche calo di concentrazione da parte dei calcettisti bianconeri che hanno concesso ripartenze ad Orsolini che, al terzo tentativo, ha accorciato le distanze nonostante le parate di Laganà, pre e post realizzazione. Subito dopo il gol della Maestrelli, Quattrone si è regalato un’altra doppietta, siglando la rete del definitivo 3-1. “Non era facile giocare contro questa squadra, in un campo grande, e con la loro difesa che non ci ha dato spazi. Bravi e pazienti noi a trovarceli ed altrettanto bravi a gestire poi il vantaggio. Un pò meno bravi ad inizio rirpesa ma è anche vero che avevamo giocato nemmeno 24 ore prima ed oggettivamente ho visto un pò di stanchezza nel gruppo che, dopo una gara dispendiosa come contro il Rogit, ci può anche stare”.

    Fonte: Fabrizio Cantarella – Addetto Stampa Asd Cataforio

    Smile! you are on CityNow!