• Da Manhattan fino a Reggio Calabria. Sono arrivati da lontano Pedrito Martinez e il suo gruppo per animare l’anfiteatro del parco Ecolandia con il ritmo inconfondibile e coinvolgente della loro musica. Al fianco del leader Pedrito Martinez, voce solista e percussioni, musicista di origini cubane attivo nei maggiori locali di Manhattan e straordinario genio creativo, si esibiranno il peruviano di origini italiane Jhair Sala, voce e bongo, il cubano Isaac Delgado, voce e tastiera, l’uruguaiano Sebastiano Natal al basso elettrico.

    Promosso dall’associazione Art Blakey, quest’anno in partenariato con l’associazione Azimut Alta Formazione, patrocinato dalla Regione Calabria, dalla Città Metropolitana e dal Comune di Reggio Calabria, Ecojazz festival, grazie all’appassionata direzione artistica di Giovanni Laganà, ha portato per la prima volta in Calabria Pedrito Martinez e il suo gruppo.

    “Siamo davvero molto contenti di essere qui – ha detto Pedrito Martinez all’inizio del concerto – e spero che vogliate ballare con noi”. Un appello accolto da un gruppo di spettatori che hanno raggiunto il palco e hanno accompagnato con le loro movenze il ritmo trascinante della musica di Pedrito Martinez e del suo gruppo.

    I protagonisti del terzo concerto di Ecojazz festival al parco Ecolandia hanno proposto un repertorio particolarmente vivace con diversi brani tratti dal loro disco, pubblicato nel 2016 e intitolato “Habana Dreams”.

    Talentuosi e affiatati hanno poi concluso il concerto con una originale esecuzione in cui ciascuno ha lasciato ad un altro componente del gruppo lo strumento con cui aveva suonato per tutto il concerto, per imbracciarne un altro e continuare a suonare. Perché, in fondo, questo conta: che la musica continui sempre e comunque.

    Pedrito Martinez ha misurato il proprio genio creativo con diversi generi musicali dal rock al pop e al jazz. Nel solco della migliore tradizione caraibica, si è aperto alle suggestioni metropolitane della città che lo ha accolto, pur senza dimenticare di custodire e perpetuare il calore e i suoni della sua isola di origine. Un incontro virtuoso tra due mondi che rispecchia la sua vita e il suo genio. Un carisma senza precedenti che a Manhattan ha trovato linfa e ispirazione, che ha travalicato ogni confine geografico e che, grazie ad Ecojazz Festival, ha sprigionato energia anche a Reggio Calabria.

     

    Un appuntamento che scrive la storia e che precede un altro evento musicale programmato per stasera, alle ore 22 sempre al Parco Ecolandia. Protagonista sarà l’altosassofonista Kenny Garrett e il suo quintetto. Il vincitore nel 2010 del Grammy Award  con il disco “Five Peace Band” e nel 2013 del premio  ”Best International Jazz Saxophone Performance” con l’album “Pushing the World Away”, Kenny Garrett si esibirà con Corcoran Holt  al contrabbasso, Samuel Laviso alla batteria, Vernell Brown al piano e Rudy Bird alle percussioni.

    Si avvicenderanno, poi, sempre nella cornice del parco Ecolandia, domenica 5 agosto Emmanuel Bex, Geraldine Laurent, Fabio Zeppetella e Amedeo Ariano (al posto di Roberto Gatto) con la loro Chanson, lunedì 6 agosto il percussionista Emiliano Laganà e il suo Trio, accompagnati da Francesco Bearzatti al sax, e a seguire Stanley Jordan, un solo artista per voce, chitarra e piano, nell’unico concerto in Italia programmato per il prossimo 6 agosto. Chiuderà al tramonto il sax in “solo” di Francesco Bearzatti, martedì 7 agosto alle ore 19 sulle alture del parco Ecolandia, con composizioni originali per la consolidata tradizione de “I Suoni dell’Urlo del Tramonto sul Mediterraneo” nel segno di Ecojazz Festival, “un viaggio dall’Alba al Tramonto alla ricerca della Bellezza che salverà il Mondo”.

    The Pedrito Martinez Group Pedrito Martinez (2) Pedrito Martinez (1) Pubblico danzante durante il concerto The Pedrito Martinez Group

     

    Smile! you are on CityNow!