• È stato Ameth Loo giovane e talentuoso calciatore della Reggina Calcio 1914 il testimonial della partecipata proiezione del film “Loro di Napoli” di Pierfrancesco Li Donnici presso la Residenza Universitaria di Merito dell’ Università Mediterranea, organizzata in sinergia con il Circolo del Cinema “C. Zavattini” nell’ambito degli eventi preparatori della Corrireggio. Una coinvolgente storia dell’AfroNapoli che racconta lo scontro quotidiano tra un’integrazione ormai inarrestabile e le lungaggini e l’ostilità delle leggi italiane, attraverso le vicende di una squadra di calcio.

    Testimonial dell’evento è stato Ameth Lo, ventenne centrale di difesa amaranto di proprietà del Milan e grande promessa del calcio nazionale. Tutti sono rimasti colpiti dalla sua spigliatezza, dalle riflessioni asciutte sulle difficoltà burocratiche dell’integrazione, ma non superficiali, profonde e dalla sua voglia di reagire alla sfortuna che finora l’ha un poco perseguitato. Durante la giornata sono continuate le altre iniziative tese a “cucire” il filo della Città Metropolitana con l’escursione al fiume Petrace degli alunni della scuola primaria “Collodi” di Gioia Tauro e la staffetta ecorunning da Palmi a Bagnara “Nella magia della Costa Viola” curata dalla società podistica “Corri con noi Palmi”.

    Intanto entrano nel vivo i preparativi per l’evento di punta che domenica 23 collegherà in modo originale il “filo” di cucitura con la fascia ionica. Il titolo “Treno/bici desiderio metropolitano” richiama l’esigenza di dare attenzione al problema del trasporto sostenibile all’interno della futura città che sta prendendo forma. Un gruppo numeroso di ciclisti si porterà in treno a Bianco dove convergeranno cicloamatori provenienti da altri paesi.

    Qui saranno ufficialmente ricevuti dal sindaco, Aldo Canturi, che, insieme all’offerta del coffee-break rivolgerà loro un saluto. Quindi il gruppo ripartirà in bici da Bianco fino a Reggio Calabria, dove ad attenderlo sarà un rappresentante della Città Metropolitana e una delegazione di Corrireggio. Dopo il breve circuito finale sul Lungomare ci sarà il meritato “aperitivo rinforzato” offerto dal Dopolavoro Ferroviario che copromuove e cura l’iniziativa insieme all’Uisp, alla Cicloturistica 2001 e all’assistenza tecnica di Cicli Iriti.

    “È un modo – ha spiegato Franco De Marco, Presidente del Dopolavoro Ferroviario – per trascorrere una giornata di sport e cultura nella bellezza della costa ionica, ma anche per lanciare un invito agli amministratori per una maggiore attenzione rispetto a forme alternative di trasporto e di turismo e, in particolare, all’esigenza impellente di creare una rete di piste ciclabili moderne e sicure, in tutto il territorio metropolitano”. Da qui a tutti gli amanti del cicloturismo a partecipare. Le iscrizioni alla Corrireggio continuano online o presso il punto d’iscrizione all’infopoint di Piazza Camagna e negli altri stabiliti

    Smile! you are on CityNow!