• Aurelio Coppolino si è presentato, comunicando anzitempo alla stampa, nella sala riunioni al posto di Matteo Mecacci. Diversi e di fondamentale importanza i problemi, non di natura tecnica, snocciolati dal massimo dirigente neroarancio che ha voluto rivolgere una preghiera per il ritrovamento del giovane Nicolò a seguito dell’immane tragedia avvenuta nel lametino.

    L’amministratore delegato della Viola Reggio Calabria, esponendo con un monitor-video le foto dell’esterno del PalaCalafiore, non si capacita del lassismo dimostrato dalle istituzioni: “Non voglio crederci, dopo i vari incontri ed i vari sopralluoghi ancora è tutto lasciato all’incuria, a tre giorni dell’importante esordio casalingo. C’è uno stato al momento di degrado esterno, che accoglierebbe in modo inadeguato tutti i tifosi. Cosa sta facendo la FIP, in merito, viste le somme che eroghiamo? Proprio stamane ho inviato una PEC alla FIP ed all’ufficio Sport del Comune di Reggio Calabria ed il signor Sindaco. Solo alcune dei problemi attuali: gruppo elettrico non funzionate, impianto elettrico non funzionante, segna punti con lampadine fulminate, estintori scaduti. Se vi aspettate che faccia l’intervento effettuato al PalaMazzetto anche al PalaCalafiore, vi state proprio sbagliando. Le strutture adeguate sono alla base dello sviluppo di una società sportiva. A breve avrò un incontro con la città metropolitana insieme ai progettisti delle rigenerazione del Pianeta Viola per guardare avanti. Così per non va bene, solo in data 28 settembre 2018 ho saputo del sospeso delle vecchie gestioni (a partire dal 2013). Per il PalaCalafiore sono necessari 50.000 euro tra vari canoni per FIP,COMUNE,Vigili del Fuoco. A tali spese quali servizi corrispondono? Anzi abbiamo avuto divieti, ad esempio il logo della Viola non potrà essere messo al centro ed inoltre divieti perché non abbiamo un’autorizzazione ad esporre teloni relativi agli sponsor.

    E’ davvero arrabbiato Aurelio Coppolino: “Capisco la situazione della Reggina ed a tal proposito manifesto piena solidarietà, non si può avere tale trattamento, fino ad ora ho ascoltato continuamente la frase “non c’è problema”, io voglio assolutamente risolvere tali situazioni, bisogna intervenire immediatamente.” Incalza spiegando:”Sul piano economico incontrerò la vecchia gestione, sul piano impiantistica gli enti preposti, ma questa volta vorrò una tempistica precisa, altrimenti così non si va avanti, mi è tutto impossibile programmare. L’unica soluzione è una concessione in tempi rapidi per quanto riguarda il PalaCalafiore e l’emanazione di un bando per il Pianeta Viola.”

    “Infine mi scuso pubblicamente – ha concluso Coppolino – con i tifosi per i ritardi in merito a tutte le iniziative per cui stiamo lavorando però purtroppo senza supporto è davvero difficile fare impresa sportiva in queste condizioni.”

    Smile! you are on CityNow!