• Approdato, dopo aver percorso in lungo e in largo tutto il territorio regionale (con il coinvolgimento di una trentina di comuni della Calabria), nel paese che lo ha “visto nascere” nella lontana estate del 2002 e che nelle prime edizioni, prima della sua trasformazione in rassegna itinerante nelle più belle località della Calabria, ha ospitato in modo praticamente esclusivo i suoi eventi, il XVI Peperoncino Jazz Festival prosegue con la “due giorni” adamantina, inaugurata in grande stile nel segno dello swing, mentre in contemporanea a Praia a Mare, grazie all’ormai storica joint venture realizzata con il Prajazz, si svolgeva il concerto del coroner Walter Ricci.

    Dopo la travolgente esibizione a firma dei Sing Swingdomani sera (giovedì 31 agosto) alle ore 22, sempre nella suggestiva cornice scenografica della caratteristica Piazzetta San Biagio (adiacente il Lungomare Mancini), grazie alla collaborazione dell’attivissimo gruppo “Diamante la Grande Bellezza”, il festival musicale più piccante d’Italia vivrà un’altra intensissima serata all’insegna delle grandi emozioni musicali, questa volta d’ispirazione mediterranea e, dunque, improntata alle sonorità del Sud del mondo, con l’esibizione dell’affiatato duo dei Tocatango, duo formato dal cantante e chitarrista di origini argentine Christian Gaudenti (che nel corso della serata sarà impegnato anche con il cajon, tipica percussione del Sud America) e dal fisarmonicista Camillo Maffia (molto abile anche con ilbandoneòn, strumento simbolo del tango).

    Accomunati, come si evince dal nome stesso scelto dal duo, da una forte passione per il tango argentino, i due musicisti calabresi hanno sentito l’esigenza di farsi da interpreti delle tante culture e tradizioni che esso racchiude in sé.

    Una tavolozza di colori straordinari che, tradotti in musica, sono i colori del tango, della milonga e del tango vals.

    Il tango “tradicional” ed il tango “nuevo” costituiscono il filo conduttore di questo duo, che si caratterizza per i brani cantati in lingua spagnola tipica (ovvero il castellano porteño), che costituiscono, insieme all’utilizzo del “bandoneòn” e alla grande versatilità del repertorio proposto, la vera forza caratterizzante del progetto.

    Dopo tanti concerti e molti momenti condivisi, i Tocatango, sentendo il bisogno di fare tesoro di queste esperienze, hanno registrato il loro primo lavoro discografico, “Mamita Mia”, in uscita entro la fine dell’anno, il cui titolo racchiude in due parole l’unico, vero, sentimento che ha animato da sempre tutte le più grandi composizioni di tango: la nostalgia della propria terra, della propria famiglia, di una madre, l’emigrazione del dopoguerra, la dittatura militare Videla, los desaparecidos, sono insieme un grido di dolore e di speranza al tempo stesso, per l’appunto: “Mamita Mia”!

    Al termine della serata, ad ingresso libero in quanto fortemente voluta dall’assessore al turismo e spettacolo del Comune di Diamante, Franco Maiolino e da tutta l’amministrazione comunale guidata daGaetano Sollazzo, e resa possibile anche grazie al fondamentale supporto logistico dell’Hotel e Ristorante Riviera Bleu, il pubblico, guidato dai Sommelier professionisti della F.I.S. Calabria(Fondazione Italiana Sommelier, presieduta da Gennaro Convertini) potrà degustare alcuni dei migliori vini calabresi (in particolare, si potranno degustare le etichette delle Cantine Statti in abbinamento ai prodotti da forno del rinomato Panificio di Cuti).

    Dopo l’intensa “due giorni ospitata in uno degli scorci più suggestivi del borgo marinaro di Diamante, a più riprese definito per la sua impareggiabile bellezza, “La Perla del Tirreno”, l’evento a cura dell’associazione culturale Picanto diretto artisticamente da Sergio Gimigliano e realizzato con il contributo dell’assessorato alla cultura della Regione Calabria (Fondi PAC 2017),  degli Enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di una trentina di amministrazioni comunali, di C.C.I.A.A. e Confindustria CosenzaAGIS e ANEC Calabria e di importanti sponsor privati – primo fra tutti Banca BPER – e con gli importanti patrocini istituzionali dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America e della Reale Ambasciata di Norvegia, il 3 settembre ritornerà a far tappa nel territorio comunale Corigliano (dopo l’indimenticabile performance di Sag Rei nel Catello Ducale dello scorso 3 agosto, questa volta il concerto sarà ambientato nella graziosa Piazzetta Portofino diSchiavonea) laddove, grazie alla joint venture con l’importante manifestazione CoriglianoCalabroFotografia sarà di scena la straordinaria cantante americana Joy Garrison.

    La XVI edizione di quello che, anche quest’anno, con un cartellone artistico di altissimo livello (The Manatthan Transfer, Diane Schuur, Antonio Sanchez, Andy Sheppard, Ryan Kilgore, Denise King, Fabio Concato, Fabrizio Bosso, tra gli oltre 200 artisti ospiti) si è confermato come uno degli appuntamenti culturali e turistici più importanti dell’estate calabrese, consacrandosi come il Festival Jazz Internazionale della Calabria si concluderà, poi, a fine settembre, con la tappa lametina in programma il prossimo 28 settembre (nel corso della quale il pianista Francesco Saramuzzino presenterà il suo ultimo cd, “The Flowing”) e con la IV edizione del “Calabria Jazz Meeting” (congresso annuale degli operatori del settore jazzistico operanti in Calabria), in programma a Cetraro nelle sale dello splendido Palazzo Del Trono dal 29 settembre al 1° ottobre prossimi.

     Locandina Diamante ok

    Smile! you are on CityNow!