• Esistono professioni, che ad oggi, non tutti conoscono. O meglio, non completamente e fino in fondo. Negli ultimi anni è cresciuta sempre più l’esigenza di avere all’interno della propria azienda una nuova figura professionale che si occua della comunicazione ed in particolare dell’aspetto ‘social’.

    Il Social Media Manager è una di quelle figure di cui ogni imprenditore, dal piccolo commerciante alla grande azienda, non può farne a meno. Un vero e proprio esperto a cui viene affidato il compito di gestire, arricchire, programmare e creare contenuti originali insieme a campagne pubblicitarie.

    CityNow ha incontrato Paola Cammareri,  Social Media Manager, che da diversi anni lavora nel settore della comunicazione.

    35050046_634153646943235_587533457165385728_n (1)

    Molte aziende, ancora oggi, sottovalutano il nostro lavoro. La cattiva gestione dei social network può rappresentare un rischio per l’immagine di qualsiasi brand, e in alcuni casi addirittura per la sua sopravvivenza. Sarebbe quindi opportuno affidarsi solo a Social Media Manager esperti“.

    Il Social Media Manager ha il compito di analizzare e conoscere ogni aspetto dell’azienda in modo da poterla rappresentare al meglio attraverso i vari canali di comunicazione. E’ necessario quindi un confronto continuo e costante tra il professionista ed il cliente con incontri e ‘sedute’ programmate.

    E’ un gioco di squadra e si deve saper fare al meglio. Le capacità gestionali sono fondamentali – spiega Paola CammareriOltre a conoscere in maniera approfondita tutti i social è necessario sapersi confrontare con il cliente. L’aggiornamento continuo rappresenta la prima regola per conseguire gli obiettivi che l’azienda chiede. Non esiste una strategia comune. Viene predisposta una precisa strategia per ogni cliente al fine di pianificare l’attività“.

    Dalla grande azienda al negozio di abbigliamento, dal ristorante ad una semplice bottega artigianale. Tutti devono, ad oggi, confrontarsi con il Social Media Manager.

    Grazie ai social, la visibilità dei prodotti e dei servizi da loro offerti aumenta e può raggiungere un pubblico molto più ampio, aumentando la possibilità di conquistare dei nuovi clienti e di incrementare le vendite. Essere presenti sui diversi Social Network, tuttavia, non significa avere successo. A fare la differenza è una corretta gestione di questi strumenti che richiede, oltre spiccate doti relazionali, competenze specifiche che non tutti posseggono. A commettere degli errori non sono solo proprietari di attività di piccole e medie dimensione ma, sono molti i casi di aziende leader che hanno subito danni d’immagine dovuti alla scelta sbagliata di una immagine o di un messaggio. Per questo sostengo di lasciare il “fai da te” per altri tipi di attività e di affidarsi a professionisti che hanno studiato e conseguito un titolo proprio in questo settore“.

    In cosa consiste quindi la professione del Social Media Manager?

    Per spiegarlo a mia nonna ho usato parole molto semplici. Adesso pensa che “lavoro con il computer” (ride – ndr). In realtà non è così semplice spiegare cosa faccio e di cosa mi occupo. Parto sempre dal tipo di formazione per far comprendere come sia necessaria una buona preparazione, così come per tutte le professioni. Ho conseguito una laurea magistrale in Organizzazione e Marketing per la Comunicazione d’impresa all’Università la Sapienza di Roma. Da qui nasce la mia passione per la comunicazione e le strategie di marketing, argomenti che ho poi avuto modo di approfondire e che approfondisco continuamente. Per poter fare questo lavoro bisogna aggiornarsi sempre poiché i cambiamenti sono all’ordine del giorno. Bisogna stare al passo con i tempi, capire quali sono le nuove tendenze e cosa interessa al pubblico – continua Paola Cammareri – Quando vengo contattata da qualcuno che è interessato al mio lavoro la prima cosa che faccio è prendere un appuntamento nella loro sede. Ho bisogno di vedere con i miei occhi di cosa si tratta, conoscere l’ambiente e le persone che ci lavorano. Dopo questo primo approccio, elaboro un piano editoriale di tutte quelle che secondo me sono le attività che si possono svolgere e ricontatto il proprietario per discuterne insieme. Dal momento in cui abbiamo stabilito il da farsi, gli obiettivi da raggiungere, su quali Social si vuole essere presenti,  il budget da destinare alle inserzioni e il numero di post da pubblicare a settimana, passo alla fase operativa. Concludo dicendo che per me il contatto con i proprietari è indispensabile, io lavoro insieme a loro non per loro“.

    Dalle parole dell’esperta Paola Cammareri è possibile concludere come al giorno d’oggi la parola d’ordine sia una sola, condivisione. Condividere si, ma nel modo giusto. Il consiglio di CityNow è quindi quello di affidarsi dunque sempre a professionisti del settore che abbiano soprattutto una buona formazione.

    Per maggiori info visita la pagina “Paola Cammareri Social Media Manager

    23334254_522826328075968_4537987008336022075_o
    Smile! you are on CityNow!