• E’ ai nastri di partenza un week end assolutamente da non perdere per tutti i musicisti calabresi e per i tanti amanti del jazz e della buona musica della nostra regione!

    Da oggi (venerdì 14), a domenica 16 settembre, infatti, grazie al forte volere dell’Assessore alla Cultura Fabio Angilica e di tutta l’amministrazione comunale capeggiata dal sindaco Angelo Aita, nonché del consigliere regionale Giuseppe Aieta, Cetraro ospiterà la quinta edizione del “Calabria Jazz Meeting”, evento conclusivo del XVII Peperoncino Jazz Festival, organizzato dall’Associazione culturale Picanto con il patrocinio di i-Jazz (Associazione che riunisce i migliori Festival Jazz d’Italia), del Nuovo Imaie, di ACEP, UNEMIA e Get Sound, della rivista specializzata Jazzit e dell’etichetta discografica Picanto Records, con il prezioso supporto tecnico di Specchi Opposti Service Audio Luci ed Enzo Sansone Pianoforti e con quello logistico delle strutture cetraresi Grand Hotel San Michele e Ristorante Sacro Panza e dell’Hotel Riviera Bleu (con sede a Diamante) – che per un intero week end trasformerà, simbolicamente, la cittadina tirrenica famosa per il suo importante Porto Turistico nel cuore jazzistico della Calabria.

    Nato nel 2014 da un’idea di Sergio Gimigliano e Francesca Panebianco a seguito dell’avvertita esigenza di realizzare un appuntamento annuale sul jazz in Calabria che fosse una occasione di incontro e di confronto tra tutti gli operatori del settore (musicisti, organizzatori di festival e rassegne, direttori artistici di jazz club, docenti di jazz presso Conservatori e scuole di musica, giornalisti, titolari di etichette discografiche, di studi di registrazione e di negozi di strumenti musicali ecc.) e costituisse, al contempo, un momento di riflessione attorno all’attività produttiva, concertistica ed organizzativa della nostra regione il CJM, giunto alla sua quinta edizione, anche quest’anno si sostanzierà in una intensa “tre giorni” ricca di dibattiti, concerti, showcase, jam session e “Dee Jazz Set” e costituirà, altresì, un contenitore ricco di eventi ed un concentrato di appuntamenti da non perdere anche per tutti i jazzofili e gli appassionati calabresi, che avranno l’occasione di conoscere l’offerta didattica di scuole di tutto il territorio regionale, reperire i programmi dei festival e dei locali che abitualmente offrono una programmazione musicale di qualità, conoscere musicisti ed organizzatori e, naturalmente, assistere a interessanti convegni e tanti momenti musicali di altissimo livello.

    Come accaduto negli ultimi tre anni (la prima edizione del CJM, nel 2004, si era svolta ad Amantea), farà da cornice all’evento l’elegante Palazzo Del Trono, splendido edificio sito nel centro storico di Cetraro, divenuto negli anni la culla della cultura cittadina (sede, tra l’altro, del Museo Cartografico, della Biblioteca Civica, dell’innovativo e ricchissimo Museo dei Bretii e del Mare, di una Fonoteca specializzata in Jazz – inaugurata alcuni anni fa proprio dall’Associazione culturale Picanto nell’ambito del Peperoncino Jazz Festival – e di una importante Enoteca), in cui, per l’occasione, sarà allestita una vera e propria “cittadella del jazz”, visitabile a partire dalle ore 17.00 fino a tarda notte e che nelle sue eleganti sale e nel suo caratteristico giardino ospiterà i tanti eventi in cartellone (tutti ad INGRESSO LIBERO).

    Passando in rassegna a grandi linee il ricco programma allestito dagli organizzatori, si osserva che OGGI (venerdì 14 SETTEMbre) la prima giornata all’insegna del miglior calabrese inizierà alle ore 17.30 all’insegna degli showcase di presentazione dei nuovi progetti artistici di alcuni dei musicisti più rappresentativi della scena jazzistica regionale, ad iniziare dalla portentosa cantante cosentina Elisa Brown, già direttrice del “Soul Sighs Gospel Choir” e a più riprese definita “la voce più soul della Calabria”, che, accompagnata dai fratelli di San Lucido Lorenzo e Alessio Iorio, rispettivamente, alla chitarra e al basso, e dai cosentini Paolo Chiaia (al piano) e Francesco Borrelli (alla batteria), presenterà “YRROS”, il suo primo album uscito il mese scorso per la Picanto Records, che in poco tempo ha già collezionato importanti consensi di pubblico e critica.

    Dopo di lei, sarà la volta dei TWO COLORS, duo proveniente dal Catanzarese, formato da due giovanissimi talenti: il sassofonista Flavio Nicotera e il pianista Francesco Miniaci, che proporranno un repertorio di jazz tradizionale, che va da Monk a Michael Brecker, mentre a seguire, il compito di far ascoltare a colleghi e operatori del settore la loro musica spetterà ai travolgenti Sing Swing, band cosentina attiva dal 2007 composta dal cantante Stefano Scrivano, da Arturo Blundi al sax, Francesco Gagliardi al trombone, Giovanni Brunetti al piano, Ettore Malizia al basso, Walter Giorno alla batteria e Francesco Giorno alle percussioni, che ripropone, con stile personale, brani del repertorio musicale che va dagli anni Venti ai giorni nostri, che spazia dallo Swing tradizionale ai ritmi latini, fino alla tradizione della musica degli italiani in America, toccando boogie-woogie, rock’n’roll e jive, senza tralasciare la musica italiana, sapientemente arrangiata in stile.

    Nel corso dello showcase verranno eseguiti, nello specifico, i frizzanti brani contenuti nel cd “Tra Cinema e Amore” (un tributo swing alle colonne sonore dei più bei film d’amore del secolo scorso), un cui singolo, “Reality”, è arrivato in finale nel seguitissimo Contest “Capitalent” di Radio Capital.

    Prima del “Dee Jazz Set” di SARO COSTA, dee jay e direttore artistico del VILLAPIANA JAZZ SESSION, che intratterrà fino a tarda notte il popolo del jazz all’esterno dell’esclusiva Enoteca che sorge al pian terreno di Palazzo Del Trono, grazie alla presenza dei direttori artistici Francesco Panaro e Giuseppe Tuffo sarà possibile anche avere aggiornamenti su due importanti festival calabresi che si svolgeranno nei prossimi giorni: CATANZARO JAZZ FEST e REGGIO IN JAZZ; mentre EGIDIO VENTURA, musicista lametino che da alcuni anni riveste l’importante ruolo di Direttore del Dipartimento di Musica Jazz presso il Conservatorio Tchaikovsky, illustrerà l’offerta formativa del prestigioso istituto di Nocera Terinese.

    DOMANI, SABATO 15 SETTEMBRE, invece, la seconda giornata del  V Calabria Jazz Meeting sarà inaugurata alle ore 17.30 da un workshop multimediale dal titolo “Che suono avrà il jazz del futuro?” nel corso del quale il reggino Alessio Laganà, collaboratore del Conservatorio della città dello Stretto e direttore artistico del PLAY MUSIC FESTIVAL e della rassegna itinerante nell’area metropolitana di Reggio Calabria e Messina CHEEK TO CHEEK, si cimenterà in una Guida all’Ascolto nel tentativo di esplorare il jazz degli ultimi decenni e le nascenti culture hip hop, new soul, che negli ultimi tempi hanno fortemente determinato l’evoluzione della musica afroamericana.

    A seguire, il sassofonista di Acri DANILO GUIDO presenterà in anteprima assoluta il suo originalissimo e interessante progetto in solo intitolato “The Breath of Soul”, mentre dopo di lui sarà la volta dei NEVER END, trio composto dalla cantante Sonia Angelisi, dal chitarrista Lorenzo Iorio e dal percussionista Fabio Fusilli, che proporranno il loro accattivante repertorio all’insegna della bossa nova, dello swing e del latin jazz.

    Sarà, poi, presentato in anteprima nazionale “Contaminazioni”, il nuovo lavoro discografico scritto e suonato a quattro mani dal chitarrista amanteano Alessandro Guido e da Rocco Riccelli, talentuoso trombettista di Cortale.

    Frutto del sodalizio artistico iniziato nel 2015 con il precedente progetto “Inner Circle”, il cd, costruito su serie di ritmiche e pads e nel quale l’elettronica e le parti strumentali si amalgamano perfettamente, contiene otto brani che vanno dal jazz al funky, fino a splendide ballad ed è appena stato licenziato dalla Picanto Records (etichetta nata dall’esperienza organizzativa del Peperoncino Jazz Festival, che ad oggi ha più di 40 titoli in catalogo, con artisti del calibro di Gregory Hutchinson, Dedè Ceccarelli, Paolo Fresu, Daniele Scannapieco, Stefano Di Battista, Roberto Gatto, Dado Moroni, Luca Bulgarelli, Luca Aquino ecc.).

    Dopo questo ricco pomeriggio all’insegna della presentazione dei più interessanti progetti discografici e artistici dei jazzisti calabresi, l’evento offrirà a tutti gli appassionati un momento di assoluta magia, con l’esibizione dell’ospite nazionale Calabria Jazz Meeting 2018: DAVIDE CERRETA, giovanissimo crooner nato a Roma nel 1993 e attualmente residente a Berlino, da sempre ispirato dalla personalità e dalla voce del grande Frank Sinatra.

    Letteralmente osannato ad Orvieto nel corso dell’ultima edizione di Umbria Jazz Winter, in occasione del congresso annuale del jazz calabrese Cerreta, seduto al “suo” pianoforte, proporrà un omaggio ai grandi classici della musica afro-americana, attraverso una originale rilettura di un repertorio di standard che comprende titoli come “Stardust” di Hoagy Carmichael, “It could happen to you” di Van Heusen e “Whisper Not” di Benny Golson, ma anche evergreen quali “Imagine” di John Lennon e “OverJoyed” di Steve Wonder.

    Anche questa seconda giornata del Calabria Jazz Meeting#5, che, come anche le altre due in programma, sarà caratterizzata anche dagli incontri informativi sui delicati temi relativi ai diritti degli artisti, autori, produttori ed editori targati Nuovo Imaie (Istituto per la Tutela dei Diritti degli Artisti Interpreti ed Esecutori), ACEP (Associazione Autori Compositori e Piccoli Editori) e GetSound (collecting degli indipendenti per l’intermediazione dei diritti connessi e copia privata) a cura di Roberto Musolino e dal jazz dinner ambientato nell’Enoteca di Palazzo Del Trono – nel corso del quale si potranno gustare prelibatezze locali accompagnate da un calice di vino al costo di 7 euro – si concluderà nel segno di un appassionante “Dee Jazz Set” a cura vinyl selector reggino Alex Perdido, che proporrà una selezione di brani ad alto coinvolgimento ritmico  presentando il suo progetto “Funk Machine” e con eventuali Jam Session spontanee a cui potranno partecipare tutti i musicisti accreditati al Meeting.

    Nella terza ed ultima giornata del CJM (quella di DOMENICA 16 SETTEMbre), infine, le attività inizieranno alle ore 17.30 con il concerto-showcase del duo composto dal pianista rossanese GIUSEPPE Zangaro e dal sassofonista di Cassano allo Jonio ANDREA Paternostro, che nonostante la sua giovanissima età (è appena sedicenne), si è già distinto a livello nazionale per il suo talento e negli ultimi anni è stato vincitore del Premio Musicale “Paolo Randazzo”, semifinalista al “Vittoria Rotary Jazz Awards 2016”, finalista al prestigioso “Premio Internazionale Massimo Urbani” (come tale ha vinto la borsa di studio per i seminari di “Nuoro Jazz”), dove quest’anno si è classificato al terzo posto, e lo scorso anno, partecipando alle clinics estive del Berklee College of Music ad Umbria Jazz, ha vinto la “Full Tuition Scholarship Five Week Summer Performance Program”.

    Prima dell’esibizione del quartetto reggino dei Lacriotego (composto dal sassofonista e chitarrista Matteo Diego Scarcella, dal pianista Antonio Freno, dal bassista Davide Marino e dal batterista Francesco Maria Parisi), verrà presentata in anteprima nazionale l’ultima produzione discografica targata Picanto Records: “Conserve”, a firma di Sasà Calabrese.

    Autore di testi, cantante, contrabbassista e chitarrista e collaboratore di artisti del calibro di Mariella Nava, Anna Mazzamauro, Mario Venuti, Gegè Telesforo e tanti altri, il poliedrico musicista castrovillarese, reduce dai successi ottenuti in giro per l’Italia e accompagnato dal pianista Fabio Guagliardi (Jenny B, Pierdavide Carone, Walter Ricci) e dal percussionista Tarcisio Molinaro (Michel Camillo, Baustelle, Daniele Scannapieco, Sandro Satta ecc), con super ospite il sassofonista americano ERIC DANIEL, proporrà un racconto, in musica e parole, aprendo metaforicamente il boccaccio dei suoi ricordi, che hanno dato vita al primo disco a suo nome.

    Otre a brani inediti, il disco contiene dei piccoli stralci di melodie famose che fuoriescono da una “radio virtuale”, rievocando la musica degli anni ormai andati.

    L’ultimo atto del meeting 2018 sarà la consegna del Premio intitolato all’indimenticabile MARCO TAMBURINI – musicista tra i più rappresentativi del panorama jazzistico nazionale (trombettista dalle innumerevoli collaborazioni importanti, in ambito jazz ma anche in quello pop, e dalla grande esperienza anche come didatta), tragicamente scomparso alcuni anni fa in un incidente stradale – che verrà consegnato al musicista calabrese che si è distinto del corso dell’anno meritandosi di essere “Personaggio dell’anno 2018”, grazie al contributo di ACEP e UNEMIA.

    Come già accaduto nelle prime quattro edizioni, anche questa intensa “tre giorni” settembrina dedicata all’incontro di tutti gli operatori del jazz calabrese chiuderà in grande stile una strepitosa edizione (la XVII) del Peperoncino Jazz Festival – evento organizzato con il contributo della Regione Calabria, degli Enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di una trentina di amministrazioni comunali, di C.C.I.A.A. e Confindustria Cosenza, AGIS e ANEC Calabria e di importanti sponsor privati (primi fra tutti UBI Banca e Busitalia Simet Spa) e con l’alto patrocinio istituzionale del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America, dell’Ambasciata di Israele e della Reale Ambasciata di Norvegia – che  dopo aver percorso in lungo e in largo tutto il territorio regionale (con oltre 60 concerti in 30 paesi della regione), si è confermato anche quest’anno uno degli appuntamenti culturali e turistici più importanti della Calabria.

     

    Convenzioni HOTEL & RISTORANTI

    L’organizzazione del Calabria Jazz Meting ha stipulato delle convenzioni con alcune strutture ricettive del territorio, che si sono dimostrate disponibili ad applicare delle tariffe scontate rispetto ai prezzi di listino del periodo per tutti i partecipanti all’evento che ne facciano richiesta al momento della prenotazione.

     

    >>> Enoteca Del Trono

    c/o Palazzo Del Trono

    Piazza del Popolo

    Cetraro (CS)

    Cell: 324/8335660

    Tagliere con salumi, formaggi e rustici con calice di vino a € 7,00

     

    >>> Ristorante Sacro Panza

    Corso Roma (a 50 metri dal Palazzo Del Trono)

    Cetraro (CS)

    Cel: 338/7487214

    E-mail: ludovitty1607@gmail.com

    Pasto con > antipasto, primo (o secondo) e bibita a € 10,00

    Pasto con > antipasto, primo, secondo e bibita a € 15,00

     

    >>> B&B Margherita

    Via del Calvario

    87022 Cetraro (CS)

    Cell: 339/6156734

    E-mail: francescopepere@alice.it

    Camera doppia con colazione € 30,00

    Camera tripla con colazione € 45,00

     

    >>> B&B La Terrazza

    Piazza del Popolo, 14

    87022 Cetraro (CS)

    Cell: 333/4267394

    E-mail: info@laterrazzacetraro.it

    Web: www.laterrazzacetraro.it

    Camera doppia € 30,00

    Camera doppia con colazione € 35,00

    Camera tripla con colazione € 50,00

    Camera quadrupla (due doppie con bagno in comune) € 50,00

    Camera quadrupla (due doppie con bagno in comune) con colazione € 60,00

     

    >>> Casa Vacanze Lunamuta

    Via Luigi Razza, 8

    87022 Cetraro (CS)

    Tel: 0982/91692

    Web: 348/3741999

    E-mail: studio-abbate@tiscali.it

    Camera doppia con colazione € 30,00

    Camera tripla con colazione € 45,00

    Locandina Calabria Jazz Meeting light

    Smile! you are on CityNow!